Costruire una memoria civile condivisa attraverso la verità

10 Febbraio 2021

UDINE. «Nel doveroso ricordo delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata-istriano, rinnoviamo l’impegno per costruire e nutrire una memoria civile condivisa, capace di superare muri e pregiudizi, di unire e riappacificare». Lo affermano i consiglieri regionali del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo e Giampaolo Bidoli, in occasione del Giorno del ricordo, evidenziando che «soltanto attraverso la verità, non filtrata dalle ideologie e dagli estremismi nazionalistici, può attuarsi quel processo di riconciliazione storica e culturale necessario per affermare i valori della democrazia e della libertà. Lo dobbiamo a chi visse sofferenze, lutti, sradicamenti, e ai loro discendenti. Lo dobbiamo alle nuove generazioni, perché solo restituendo la piena verità e coltivando la memoria si può formare una solida coscienza civile capace di superare l’indifferenza e costruire un futuro di pace e giustizia».

Condividi questo articolo!