Costi elevati. Il Comune di Moruzzo spegne le luci

16 Aprile 2022

MORUZZO. Come anticipato nel corso del Consiglio del 17 Marzo, con ordinanza specifica il Comune ha subito attuato le misure di contenimento dei consumi energetici riducendo gli orari di accensione della illuminazione pubblica. Secondo il Vicesindaco Enrico Di Stefano, che ha specifica delega ai Servizi ”stiamo monitorando dalla fine del 2021 l’andamento del prezzo dell’energia elettrica e del gas, consci che la crescita dei prezzi rischiava di non essere più sostenibile per le casse comunali. E oggi purtroppo i prezzi sono più del doppio di quanto potevamo contare a metà dell’anno 2021 e non ci sono segnali oggettivi di rientro dei prezzi ai livelli precedenti.

La misura presa – ha aggiunto – è drastica, con lo spegnimento alla mezzanotte di tutti gli impianti di pubblica illuminazione, ma era l’unica misura che ci consentisse di salvaguardare il bilancio contendo al 20% l’aumento dei costi per l’acquisto dell’energia. Altre azioni le stiamo facendo contemporaneamente negli immobili comunali, anche se per forza di cose alcuni servizi (come quelli per e nelle scuole) non si possono comprimere più di tanto”.

”Ci auguriamo – ha continuato il sindaco Albina Montagnese – che ci possano essere provvedimenti da parte dello Stato o della Regione per supportare gli Enti locali nei maggiori costi da sostenere per luce e gas, e di poter prolungare nuovamente i tempi di accensione degli impianti, ma se questo non avverrà saremo costretti a mantenere questa scelta fino a un raffreddamento dei costi”. Il Vicesindaco Di Stefano ha concluso auspicandosi che una misura di sostegno sulle bollette e carburanti arrivi anche nei confronti dei cittadini e imprese, specialmente quelle agricole, che pagano loro malgrado questa impennata dei prezzi”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!