Convegno sulla gestione conservativa dei seminativi

27 Giugno 2017

CODROIPO. “Gestione conservativa dei seminativi in Friuli Venezia Giulia”: questo il titolo del convegno che, il prossimo 29 giugno, riunirà i beneficiari dell’intervento 10.1.1 del Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia. L’iniziativa, organizzata dall’Autorità di gestione del PSR, è in programma dalle 18 alle 21 di giovedì prossimo a Codroipo, nella sala convegni della Bcc Basiliano (ingresso da piazza Giardini).

Molti i contributi previsti durante l’incontro. Dopo l’introduzione a cura di Serena Cutrano, Autorità di gestione del PSR 2014-2020, sarà Valentino Volpe, funzionario Ersa (Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica) a concentrarsi su “La conservazione del suolo agrario e la fertilità del terreno”. Seguirà l’illustrazione del tema “La declinazione dell’Agricoltura Conservativa secondo il Psr 2014-2020 del FVG” da parte di Davide Coslovich, funzionario della Regione FVG (Servizio politiche rurali e sistemi informativi in agricoltura). Poi Gianpaolo Colletta, project manager presso SIN Spa (Sistema Informativo Nazionale per lo sviluppo dell’agricoltura), si focalizzerà su “Il sistema dei controlli, esclusioni e riduzioni applicato all’intervento 10.1.1 del Psr”. Un altro tema interessante è “Fare rete! La prima indicazione dalle esperienze di successo”, raccontato ancora da Davide Coslovich.

A questa prima fase seguirà il dibattito, che coinvolgerà i beneficiari presenti all’incontro e al quale parteciperanno, in qualità di moderatore Gemini Delle Vedove, ricercatore del Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università di Udine; Mario Del Medico, funzionario della Regione – Struttura stabile per il coordinamento informatico delle misure agroambientali del PSR; Morris Grinovero, Dennis Paron e Mauro Zanone, titolari delle aziende dimostrative del Progetto LIFE+ HelpSoil. Infine, spazio anche alle considerazioni di Stefano Barbieri e Valentino Volpe, funzionari dell’Ersa che hanno seguito il progetto LIFE+ HelpSoil. Tutti i relatori saranno a disposizione dei beneficiari durante il dibattito per offrire informazioni e dipanare eventuali dubbi.

Nel corso dell’evento saranno presentate e distribuite le Linee guida per l’applicazione e la diffusione dell’agricoltura conservativa: queste raccolgono i risultati finali del progetto LIFE+ HelpSoil ed individuano le migliori tecniche disponibili per un’agricoltura durevole e in grado di produrre più ampi servizi ecosistemici. Il progetto – che si chiuderà a fine mese e che ha coinvolto l’intera Pianura padana e veneto-friulana – ha testato nel corso di quattro anni tecniche di agricoltura conservativa abbinate a pratiche innovative di gestione dei terreni agricoli, promuovendo la diffusione di tecniche e soluzioni migliorative in grado di aumentare la sostenibilità e competitività dell’attività agricola, proteggendo il suolo e assicurandone l’uso sostenibile.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!