“Continueremo ad ascoltare le richieste dei cittadini”

23 Giugno 2022

Sandro Calligaro

BUJA. Giulia Mattiussi, Francesca Santi e Sandro Calligaro, neoeletti consiglieri comunali della lista A Buja si può – Insieme – A Buje si pues, commentano così l’esito delle elezioni comunali di Buja: «Nonostante non abbiamo raggiunto la maggioranza dei voti, siamo soddisfatti del risultato: abbiamo costituito una lista in cui ogni candidato è stato coinvolto nel progetto ed abbiamo fatto conoscere le nostre proposte attraverso l’organizzazione di iniziative ed il dialogo con la cittadinanza. Tutto ciò sempre con un taglio positivo, senza polemizzare coi nostri avversari».

Francesca Santi

«Ora – proseguono i tre consiglieri – il nostro impegno continuerà sia all’interno del Consiglio comunale che sul territorio di Buja. Lavoreremo assieme ad un ampio gruppo di persone, composto da tutti coloro che nei vari ruoli hanno accompagnato e sostenuto il progetto della lista, ma che saprà accogliere anche quanti vorranno condividere il nostro percorso. Ci organizzeremo, infatti, in gruppi tematici che seguiranno i lavori del consiglio comunale, elaboreranno proposte e organizzeranno iniziative ed incontri rivolti all’intera cittadinanza. Il nostro obiettivo, dunque, sarà quello di mantenere il contatto con il territorio, proseguendo l’azione di ascolto e dialogo con le cittadine e i cittadini avviata prima delle elezioni, al fine di contribuire attivamente al bene del nostro Comune».

Giulia Mattiussi

Mattiussi, Santi e Calligaro rappresentano un elemento di novità nel Consiglio comunale e interpretano così il loro ruolo: «Faremo opposizione vigile e costruttiva: ascolteremo con attenzione le proposte della nuova Amministrazione, che si è presentata con un programma piuttosto vago e conciso. Ci riserviamo di intervenire in maniera critica ogni qualvolta se ne ravviserà la necessità, ma sapremo anche essere propositivi, specialmente sulle questioni che abbiamo evidenziato nel nostro programma. Attraverso il voto del 12 giugno i cittadini di Buja hanno espresso fiducia nei nostri confronti: da parte nostra, adempiremo con impegno e coerenza all’incarico che ci è stato assegnato dagli elettori. Auspichiamo che al centro del lavoro e delle attenzioni del Consiglio ci sia il bene di Buja e non conflitti personali o repentini cambi di schieramento tra i consiglieri, come accaduto nello scorso quinquennio».

I tre consiglieri comunali concludono, infine, con una nota sulla recente dichiarazione di fallimento della Dm Elektron di Buja: «Apprendiamo con dispiacere e con una certa apprensione il triste epilogo della vicenda di questa azienda ed esprimiamo vicinanza ai 40 dipendenti, le cui sorti lavorative al momento sono incerte. Poiché questa situazione interessa le famiglie e il tessuto economico del nostro territorio, chiediamo al Sindaco Pezzetta e ai neocostituiti gruppi consiliari che sia condivisa dall’intero Consiglio comunale una mozione di solidarietà ai lavoratori interessati e di identificazione di eventuali stati di necessità».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!