Consorzio Zerocento: con l’accreditamento della Regione progetti su misura per le imprese

26 Febbraio 2016

 

IMG_2943 (1)RIVE D’ARCANO – Consorzio ZeroCento, Pratika e OneMore: tre nomi per descrivere un’unica realtà imprenditoriale che rappresenta una proposta altamente innovativa nel panorama regionale. Innanzitutto perché, per offrire un ampio pacchetti di servizi, ha adottato la piattaforma logistica delle aziende di produzione con tanto di forza commerciale, ufficio gestionale, ufficio tecnico e uffici amministrativi. Quindi ogni servizio prestato è progettato ed erogato come se fosse un prodotto, con gli stessi controlli di processo. Secondo perché, forte del recente accreditamento presso la Regione Friuli Venezia Giulia, il Consorzio oggi si proietta alla conquista del mercato regionale e nord Italia dei servizi per le imprese.

“Offriamo servizi in merito alla sicurezza sul lavoro, salute, formazione del personale, controllo di gestione come le certificazioni per qualità, ambiente, sicurezza” dichiara Leonardo Cacchione, Presidente del Consorzio ZeroCento. “Ma lo facciamo in modo originale: ci siamo organizzati come un’azienda e non come uno studio di consulenza, strutturando i reparti sui modelli delle imprese di produzione. Ogni singolo servizio è sotto il controllo nostro e del cliente, tracciabile e identificabile: questo ci permette di pianificare e anticipare gli interventi rispondendo alle necessità delle aziende offrendo loro, oltretutto, un immediato controllo degli impegni e dei costi”.

Questa organizzazione permette al Gruppo di gestire oltre 700 aziende che impiegano più di 10.000 risorse, distribuite su tutto il nord Italia, semplicemente con uno staff di 28 persone.

“Stiamo sviluppando una rete – continua il Presidente Cacchione – che ci permetta di crescere in modo organico, radicando la nostra presenza su tutta la pianura Padana”. A sostenere questi incrementi è il programma gestionale Quadra, interamente ideato e realizzato da Onemore, uno dei partner del Consorzio, grazie al quale un’azienda può gestire autonomamente tutte le pratiche colloquiando direttamente con la centrale operativa di Rive d’Arcano.

“Ciò che ci piace maggiormente del nostro modello – ribadisce Cacchione – è la sua modularità: possiamo aumentare gli impegni semplicemente potenziando i moduli di gestione, senza rifare tutto da capo. Questo può avere anche delle notevoli ricadute occupazionali sul territorio: le sedi del Consorzio ZeroCento, di Pratika srl e di Onemore srl sono a Rive d’Arcano e da qui, pur aumentando i clienti, possiamo gestire direttamente tutti i servizi mentre la parte di sviluppo commerciale la affidiamo agli uffici regionali”.

Il Consorzio ZeroCento ha quindi il cuore in Friuli ma sedi commerciali già attive a Venezia e a Torino e un fatturato che ha già superato i due milioni di euro.

“Dopo un percorso di un anno e mezzo – ha concluso il Presidente del Consorzio ZeroCento – siamo stati riconosciuti dalla Regione Friuli Venezia Giulia come ente accreditato. Il nostro obiettivo è presentarci alle aziende come un partner che sa ascoltare, individuare i problemi, le potenzialità di sviluppo e poi proporre un progetto per l’individuazione mirata di fondi. Crediamo fortemente in un futuro fatto di progetti su misura”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!