Concorso giornalistico

21 Febbraio 2013

PORDENONE. In ricordo di Simona Cigana, giornalista pordenonese emergente, strappata in giovane età a un futuro già ricco di impegni sociali e professionali nel settore dell’informazione, il Circolo della Stampa di Pordenone, assieme alla Famiglia Cigana, alla Banca di Credito Cooperativo Pordenonese e alla Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, con il Patrocinio di Ordine dei Giornalisti e di Assostampa del Friuli Venezia Giulia, indìce la quarta edizione del “Concorso giornalistico nazionale Premio Simona Cigana”. Finalità dell’iniziativa è incentivare la corretta informazione giornalistica e l’impegno professionale dei giornalisti italiani, soprattutto delle giovani generazioni, e in particolari quelli operanti nel territorio del Friuli Venezia Giulia. I lavori ammessi al concorso dovranno pertanto trattare argomenti legati al Friuli Venezia Giulia su testate giornalistiche italiane ed estere. I lavori ammessi possono essere realizzati in lingua italiana o in una delle tre lingue minoritarie (friulano, sloveno, tedesco) tutelate dalla Regione a statuto speciale Friuli Venezia Giulia. Sono ammessi esclusivamente i lavori pubblicati tra il 1° luglio 2012 e il 30 giugno 2013, su quotidiani e periodici della carta stampata, della radio, della televisione, on line, regolarmente iscritti agli organismi ufficiali previsti dalle legislazioni nazionali.

Il Premio si articola in 2 categorie: giornalismo d’inchiesta, per i migliori articoli/servizi: 1° qualificato € 2.400,00 – 2° qualificato € 1.100,00; giornalismo sportivo (non necessariamente d’inchiesta), per i migliori articoli/servizi: 1° qualificato 1.200,00 – 2° qualificato € 800. I lavori dovranno essere spediti entro il 30 giugno 2012. Il regolamento del concorso è disponibile sul sito del Circolo della Stampa di Pordenone, negli uffici e nei siti web dell’Ordine dei giornalisti e di Assostampa nazionali e del Friuli Venezia Giulia, sui siti della Banca di Credito Cooperativo Pordenonese e della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!