Con un filo di vento

9 Novembre 2012

LIGNANO. Si è giocata tra le barche più quotate della riviera friulana la vittoria nel 24. Campionato autunnale della Laguna, organizzato dallo Yacht Club Lignano. Certo, si è trattato di un’edizione davvero anomala di quella che è la più attesa sfida autunnale per il mondo velico dell’Alto Adriatico. O meglio, di un’edizione che ha messo in luce le caratteristiche più articolate dello sport del mare. Infatti, delle quattro prove in programma è stato possibile disputarne soltanto una. Dapprima, perché il vento, com’era accaduto alla Barcolana, non si è presentato per nulla sul campo di regata. Poi, nelle festività di inizio novembre, perché la tempesta di bora e scirocco ha impedito ai velisti di prendere il mare. Quindi, ancora vento leggero, appena sufficiente per consentire l’effettuazione di una sola regata tra quelle rimaste in sospeso. E proprio le condizioni di vento leggero hanno messo in luce le qualità degli equipaggi più qualificati. Far correre veloce una barca con il vento sostenuto è, o può essere più facile che ricercare il vento debole ed evitare ogni più piccolo errore e ogni sbavatura per tenere la prua della propria barca davanti a quelle degli avversari.

Così, stavolta, sono davvero emersi i più forti. Victor X, di Vittorio Margherita, della Società Nautica San Giorgio, se l’è sbrigata rispetto agli avversari fin dalle prime battute. Ha infatti preceduto di dieci minuti la velocissima Oniak, del lignanese Alex Peresson, della Società Canottieri Ausonia di Grado. Una barca estrema e corsaiola, rispetto all’X 50 di serie del sangiorgino Margherita, e velocissima nonostante sia lunga i due terzi dello scafo avversario. Una bella regata è stata anche quella di Dara 3, di Vittorio Morelli, del Circolo Velico Aprilia Marittima. Giunta tre minuti alle spalle di Oniak. Al quarto posto Despeinada, del Circolo nautico Santa Margherita di Caorle, il sodalizio gemellato con lo Yacht Club Lignano e gli altri sodalizi rivieraschi per l’organizzazione della Coppa delle due Lagune. Il trofeo che tiene conto del Campionato autunnale della Laguna e delle regate in programma a Caorle fino al mese di gennaio 2013. E che proseguirà sabato 10/11 con la regata di trasferimento da Lignano a Caorle.

Ma veniamo ai risultati del 24. Campionato autunnale della Laguna. Nella categoria Open, la classe Zero è andata a Victor X; l’Alfa a Dara 3; la Bravo a Despeinada; la Delta a Quantum, di Paolo Donadon, dello Yacht Club Lignano; la Echo a Oniak 9400. Nel raggruppamento IRC A successo di Victor X; nell’IRC B di Quantum; nel raggruppamento ORC di Despeinada; nella Libera Bravosempre Despeinada; nella Libera Delta di Quantum. infine, il trofeo De Faccio-Marocchi è andato a Quantum. il prossimo appuntamento velico nelle acque lignanesi è per la prima domenica di dicembre, con l’Ice Cup.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!