Chocofest, dolce bilancio

25 Novembre 2013

DSC_0031 DSC_0338 DSC_0505 DSC_0508 DSC_0558 DSC_0965GRADISCA. Gran finale baciato dal sole, alla 16^ edizione di Chocofest. Dopo i primi tre giorni caratterizzati da un meteo instabile, che però non ha sgualcito la notte bianca di sabato – popolata in particolare da giovanissimi – la manifestazione organizzata dall’associazione Fusi & Infusi è stata premiata con una domenica ideale per una visita a una Gradisca d’Isonzo vestita a festa. I chocopoint, le bancarelle dedicati ai dolciumi, i laboratori gestiti dall’Istituto Stringher, i corsi di cake design, le dimostrazioni di caffè/latte art, il corso sui cioccolatini del maestro Daniele Chiandussi, le degustazioni dedicate al tè e l’area del salato sono stati presi d’assalto, ma il pubblico ha potuto gustare il centro storico a 360° fra esposizioni artistiche, sbandieratori, iniziative solidali, negozi aperti, concerti d’arpa e in serata musica rock.

Animazione dalle 8 di mattina fino al tramonto con la gara di Agility Dog riconosciuta dall’A.I.A. e curata dalle associazioni Fuori del tunnel e Sport Dogs, con il contributo di Disugual: un centinaio gli iscritti, provenienti da tutto il Triveneto, nelle categorie small, medium e large.

Moltissimi, non solo cittadini gradiscani, hanno sfruttato l’occasione per visitare il castello riaperto. l tour guidati al palazzo del Capitano si sono susseguiti per tutta la giornata, numerosi coloro che hanno approfittato per scattare delle foto nel suggestivo manufatto e fare un tuffo nel passato ricordando gli anni in cui il castello gradiscano era ancora agibile.

A conclusione della 16^ edizione di Chocofest è tempo di primi bilanci, a cominciare da Lucio Vittor dell’associazione Fusi & Infusi: “Sono soddisfatto, siamo riusciti a proporre un programma variegato pur con risorse ridotte rispetto al passato. Merito delle idee e delle sinergie che siamo riusciti a sviluppare. L’entusiasmo maggiore lo regala anche quest’anno la riapertura del castello, ha fatto da traino a tutta la manifestazione. Siamo contenti di aver insistito su questo percorso e di aver dato lo spunto per ulteriori eventi da realizzare in una cornice splendida, che non può essere aperta solo una volta all’anno”.

Edizione di Chocofest promossa anche dal sindaco di Gradisca, Franco Tommasini: “Credo che la comunità gradiscana debba essere grata a chi si spende in proprio per organizzare quest’evento che considero di assoluta eccellenza. Bellissimo, in particolare, il colpo d’occhio offerto in occasione del taglio del nastro del castello, aperto in tempi brevi e con poche risorse. Va dato atto a Chocofest di averci regalato un momento molto suggestivo”. L’appuntamento è già fissato per l’edizione numero 17, contro ogni scaramanzia.

Le foto sono di Chiara Gatta.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!