Cento piazze italiane si mobilitano per Giulio Regeni

24 Gennaio 2019

TRIESTE. Assostampa Fvg, Ordine regionale dei giornalisti e Articolo 21 Fvg partecipano domani venerdì 25 gennaio alle 19.41 (l’ora in cui Giulio Regeni fu rapito tre anni fa al Cairo) ai momenti di ricordo e di richiesta di verità che si terranno in varie località nel Friuli Venezia Giulia. A Fiumicello, assieme alla famiglia e agli amici del ricercatore barbaramente ucciso, ci saranno fra gli altri Beppe Giulietti, presidente della Fnsi, e i vertici del sindacato e dell’ordine regionale. A Trieste l’appuntamento è in piazza della Borsa. Ma altre iniziative sono annunciate a Gorizia, Udine, Pordenone, Monfalcone, Duino, Opicina…

Dunque alle 19.41 di domani venerdì 25 gennaio in oltre 100 piazze italiane migliaia di luci saranno “pronte ad accendersi in occasione del terzo anniversario della sparizione di Giulio Regeni al Cairo”. È l’iniziativa resa nota da Amnesty International che ricorda come “il 25 gennaio 2016 il nome di Giulio Regeni si aggiunse a quelli dei tanti egiziani e delle tante egiziane vittime di sparizione forzata. Pochi giorni dopo, il 3 febbraio, il nome del ricercatore italiano si sarebbe aggiunto al lungo elenco delle persone torturate a morte in Egitto”.

“Da tre anni centinaia di migliaia di persone insieme a enti locali, università, scuole e associazioni chiedono la verità per Giulio Regeni. Abbiamo una speranza: che non ci sia un quarto 25 gennaio senza che siano state accertate per via giudiziaria le responsabilità per la sparizione, la tortura e l’uccisione di Giulio. Continuiamo a chiedere quella verità a due governi: quello italiano che deve reclamarla con azioni più decise e quello egiziano che deve fornirla senza ulteriori ritardi”, ha dichiarato Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International Italia.

A Roma la fiaccolata si svolgerà in piazza di Montecitorio, con l’adesione della Federazione nazionale della stampa italiana, Ordine dei giornalisti, Articolo 21 e Usigrai.

Condividi questo articolo!