Il Cardioclub di Udine ha 40 anni e li festeggia

5 Maggio 2017

UDINE. L’Associazione Amici del Centro per la Riabilitazione del Cardiopatico dell’Ospedale Gervasutta di Udine (“Cardioclub”), festeggia i 40 anni dalla sua fondazione, avvenuta appunto nel 1977. La celebrazione del 40° anniversario avverrà sabato 6 maggio, nella Sala consiliare del Palazzo della Provincia, a Udine, a partire dalle ore 10. Pochi anni prima della fondazione del Cardioclub, nel 1973, era iniziata all’Ospedale Gervasutta, a opera del dottor Giorgio Maisano, l’attività del primo Centro in Italia ad adottare un Programma di Riabilitazione Cardiologica in regime ambulatoriale.

Il Cardioclub, fondato da uno sparuto numero di cardiopatici che partecipavano ai primi pionieristici programmi di riabilitazione dopo un evento cardiaco, è cresciuto anno per anno, unitamente alla attività della Cardiologia Riabilitativa, che ha potenziato la sua attività per far fronte alle nuove richieste, per l’espansione delle malattie cardiovascolari e della indicazione alla riabilitazione. E’ quindi aumentato l’organico di medici, infermieri, tecnici, fisioterapisti, psicologi, dietiste, addetti alla Segreteria. Attualmente i partecipanti al Programma di Riabilitazione Cardiologica sono oltre 500 all’anno e l’esperienza del Centro Udinese è stato preso come esempio per varie iniziative analoghe in tutta Italia.

In occasione della celebrazione dei 40 anni di attività, oltre alla Relazione del Presidente Adriano Jogna e del Responsabile scientifico dott. Roberto Colle, è prevista la presentazione di una sintesi delle varie iniziative svolte dal Cardioclub in questi anni, attraverso l’opera dei suoi Presidenti ed Organi Direttivi, unitamente ai progetti di iniziative future, sempre nell’interesse primario dei suoi iscritti e dei cardiopatici in generale. I responsabili della Cardiologia Riabilitativa che si sono succeduti negli anni (il dottor Giorgio Maisano, il dottor Giovanni Molinis, il dottor Duilio Tuniz, la dottoressa Marika Werren) ricorderanno le numerose iniziative realizzate in comune con il Cardioclub (opuscoli scientifici e divulgativi, conferenze su argomenti di educazione sanitaria, iniziative di prevenzione secondaria delle malattie cardiovascolari, contributi all’acquisto di apparecchiature per migliorare la qualità della assistenza , ecc.).

Verrà inoltre ricordata la collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità da parte della Cardiologia Riabilitativa (perdurata dal 1994 al 2008) che ha comportato varie sessioni di Educazione Terapeutica rivolte ai cardiopatici (in primis quelli segnalati dal Cardioclub), avvalendosi anche della attività didattica fornita da un gruppo di Medici di Medicina Generale dell’area Udinese. L’esperienza è stata alla base della pubblicazione di un volume sull’Educazione Terapeutica dei pazienti con cardiopatia ischemica cronica, distribuito dall’OMS in tutta Europa. Il contributo del Cardioclub a tale iniziativa, unitamente ad altre di grande impegno e qualità, hanno portato, nel 2004, alla nomina di Udine come “Città del Cuore“ con relativa targa che l’allora Presidente Giovanni Faleschini ha consegnato nelle mani del Sindaco di Udine. Concluderà l’incontro il saluto dei rappresentati di Triveneto Cuore di cui anche il Cardioclub fa parte.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!