Campagna Amica e solidale

17 Dicembre 2016

PORDENONE. “La solidarietà con i prodotti tipici locali del territorio, a chilometro zero”. Questa la proposta dell’associazione di Campagna Amica che dal fine settimana, e per l’intero periodo delle festività, proporrà le ceste con i prodotti agricoli; parte del ricavato andrà a favore delle ricostruzione delle aziende agricole delle zone terremotate. Le ceste saranno in esposizione nei locali di Concentro (Pordenone corso Vittorio Emanuele) nello showroom dei prodotti tipici della provincia di Pordenone (dalle 17 alle 19).

La presentazione e il lancio dell’iniziativa sono in programma domenica 18 a Pordenone (dalle 10 alle 18) in piazza Risorgimento in occasione del mercato evento di Campagna Amica; si potranno acquistare le ceste già pronte o inventare cestini regalo personalizzati che verranno confezionati al momento con i prodotti scelti dalle aziende presenti. Per l’intero periodo delle festività, saranno a disposizione anche al mercato coperto di Campagna Amica a Pordenone (Borgo Sant’Antonio) aperto mercoledì e sabato.

“Con questa iniziativa – spiega il presidente di Campagna Amica Marco Tinor – abbiamo voluto coniugare la solidarietà al nostro territorio. Un piccolo gesto che ha l’obiettivo di legare le nostre imprese con quelle che stanno misurandosi con i danni subiti dal terremoto e sono impegnati a ripartire”. Cristina Barbariol motore dell’iniziativa, che conduce una fattoria didattica ad indirizzo sociale e che di solidarietà ha una certa esperienza, commenta: “Sentire la vicinanza, per quanti sono stati colpiti da un fenomeno come il terremoto, penso sia importante. Come mondo agricolo –sottolinea – siamo predisposti a questi comportamenti, perché le nostre aziende hanno ancora un carattere familiare che ci fa esprimere determinati valori. Essere in piazza e nei mercati con questo spirito di solidarietà -conclude Barbariol -, crediamo sia uno modo per mantenere e rafforzare questi principi a cui ancora crediamo. Prodotti a Km0 per un aiuto che arrivi fino al centro Italia”.

Condividi questo articolo!