Buon afflusso di eno-turisti alle Cantine di San Martino

18 Novembre 2014

In ogni cantina l’abbinamento cibo/vino è diventato ormai una regola, e degustare il prezioso nettare abbinato ai nostri prodotti tipici è sempre più richiesto da ogni enoturista. Questi i singoli passi: accogliere il visitatore direttamente in cantina, presentargli il vino grazie ai racconti appassionati del produttore, proseguire con la degustazione guidata dei vini (promozione) e terminare la visita con l’acquisto diretto dei vini (commercializzazione), sono diventati la ricetta perfetta per incrementare l’enoturismo nella nostra regione.

San Martino in Cantina 2014 (3)Così è maturato il successo di Cantine Aperte a San Martino, l’evento organizzato dal Movimento Turismo del Vino del Friuli Venezia Giulia, presieduto da Elga Felluga e diretto da Massimo Del Mestre, che si è rivelato ancora una volta l’occasione ideale per entrare nello spirito autunnale delle cantine, deliziandoci con i sapori di stagione e cogliendo l’occasione di degustare il vino novello, ma anche vini più strutturati e impegnativi, come pure quelli da meditazione.

La manifestazione del fine settimana ha visto la partecipazione di ben 40 aziende vitivinicole che, tra sabato 15 e domenica 16, hanno accolto enoturisti e “wine lovers”, facendo loro conoscere vini esclusivi e anteprime delle migliori annate. Ma non solo, Cantine Aperte a San Martino è stata pure l’occasione per celebrare il rinnovato connubio tra cibo e vino, declinato in molteplici iniziative quali cene e pranzi con il vignaiolo, degustazioni guidate in cantina e assaggi di prodotti tipici. Molto richiesto anche il Piatto Cantine Aperte, pietanza creata per l’evento e che, valorizzata da un calice di vino, è stata proposta a un prezzo speciale nei ristoranti, trattorie e cantine aderenti all’iniziativa.

Insomma un’ulteriore conferma che l’enoturista ha un grande interesse nei confronti della buona tavola e nell’approfondimento della conoscenza dei vini e del giusto abbinamento, grazie anche alla presenza diretta del produttore che impreziosisce con i suoi racconti di vita contadina i vari momenti conviviali. Cinque sono state le cantine in provincia di Pordenone, venti in quella di Udine, 14 in provincia di Gorizia e una a Trieste. Da ricordare infine che sono ben 8 le zone Doc del Friuli Venezia Giulia.

C.S.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!