Bilancio in pareggio per la Casa di riposo Ardito Desio

30 Dicembre 2018

PALMANOVA. Un bilancio sano, in sostanziale pareggio (a circa 6,2 milioni di euro) quello della Casa di Riposo “Ardito Desio” di Palmanova. A presentare i dati finali 2018, assieme al Sindaco della città stellata Francesco Martines, anche il Presidente della struttura Claudio Kovatsch e il direttore Flavio Cosatto. L’andamento delle entrate e delle spese rispecchia quello degli anni passati. Il prossimo anno il costo giornaliero della retta, per i non autosufficienti, si attesterà a 61,30 euro. Nel 2017 e nei primi due mesi del 2018, il costo era di 61,70 euro, poi diminuito di 1,40 euro grazie ad un contributo regionale specifico. Per gli ospiti autosufficienti il costo giornaliero sale da 45,80 a 46,80 euro. Dei 94 posti totali disponibili, 93 sono occupati, 7 da autosufficienti.

Il Presidente Claudio Kovatsch: “Abbiamo voluto mantenere basso il costo della retta, il più contenuto tra le strutture del circondario. Il personale impegnato è, in gran parte, assunto in maniera stabile dalla struttura stessa. I continui cambiamenti possono far perdere i punti di riferimento agli ospiti. Una garanzia di qualità e di costanza nelle prestazioni erogate. Lo riteniamo un vanto, di cui andare fieri”. Entro i primi mesi del 2020 termineranno anche i lavori previsti sulla struttura, permettendo anche la riapertura di un tratto del secondo anello della viabilità interna alla Fortezza.

“Con l’arrivo del nuovo consiglio di amministrazione guidato dal Presidente Kovatsch abbiamo accelerato notevolmente l’iter degli investimenti. Per questo li ringrazio per il grande lavoro svolto. A novembre è stato aggiudicato l’ultimo lotto dei lavori su Contrada Savorgnan. A inizio anno l’aggiudicazione definitiva e nella primavera del 2020 potremo inaugurare il completamento della struttura e i 9 posti letti aggiuntivi” commenta il Sindaco Francesco Martines. Grazie a una convezione stipulata con l’Aas2, nella casa di riposo Ardito Desio vengono riservati otto posti letto per malati in stato vegetativo. I circa 400.000 euro stanziati per questo dalla Regione, vanno a coprire i servizi di sette tra infermieri e fisioterapisti impegnati nella casa di riposo, oltre al costo di smaltimento dei rifiuti speciali prodotti.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!