Bibione Run, raggiunti i mille iscritti

27 Settembre 2014

Bib_8b_gli atleti sulla pista ciclabile lungo la spiaggia di BibioneBIBIONE -– L’ultimo ad aggiungersi al cast di campioni che dopodomani, sabato 27 settembre, infiammerà l’edizione inaugurale di “Bibione is surprising run”, gara internazionale su strada sulla distanza delle 10 miglia, è il keniano Andrew Kwemoi Mang’ata, vent’anni appena compiuti.
Il 7 settembre, a Tilburg, in Olanda, ha corso una 10 miglia, chiudendo in 46’ netti, settima prestazione mondiale dell’anno sulla distanza. E una settimana dopo, a confermare l’ottimo stato di forma, è giunto nella mezza maratona di Bologna in 1h02’26”.

“Bibione is surprising run” ha, con ogni probabilità, trovato un protagonista in più. La lista dei pretendenti al podio comprende anche i connazionali Thomas James Lokomwa (nel 2014 primo alla Stramilano e terzo alla Cinque Mulini, un primato personale sulla mezza maratona di 1h00’56”), Bernard Kiplagat Bett (1h00’46” di record sulla mezza distanza) e Samuel Ndiritu Kariuki, arrivato di recente in Italia, nel quadro di un progetto di sviluppo di un’area povera del Kenya finanziato dalla diocesi Pordenone-Concordia e dall’assessorato allo Sport del Friuli-Venezia Giulia, e ancora imbattuto (vittorie al Giro podistico internazionale di Pordenone e nella mezza maratona di Forte dei Marmi).

Dal Burundi giungono invece Olivier Irabaruta e Joachim Nshimirimana, che ha rappresentato il suo Paese nella maratona olimpica di Atene 2004. Avversari importanti per i due azzurri più accreditati: Gabriele Carletti, noto sulle strade veneziane per aver vinto l’edizione 2013 della maratonina Riviera del Dogi, e Denis Curzi, specialista di lunga milizia e buon palmarés nella maratona (2h11’17” di primato personale), in preparazione per New York.

In campo femminile, chance per la siepista azzurra Valeria Roffino, per la trevigiana della Biotekna Marcon, Michela Zanatta, per la friulana Micaela Bonessi e per le gemelle siciliane Silvia e Barbara La Barbera. Anche qui, cast nobilitato dalla presenza di due keniane di grande valore Jalagat Viola, quinta ai recenti Mondiali di corsa in montagna di Casette di Massa, e Jane Wanja Nganga, accreditata di un personale di 1h15’24” sulla mezza maratona.

Il pomeriggio sarà aperto, alle 16, in piazzale Zenith, dalla tappa finale del Grand Prix Giovani, tradizionale rassegna a livello under 18 che, su un percorso in circuito (e distanze proporzionate all’età), coinvolgerà le migliori speranze del mezzofondo triveneto. Alle 18 il via della gara internazionale sulle 10 Miglia. Poi, in attesa dell’arrivo dei campioni, spazio alla Cuccioli Run, mini-corsa all’insegna del divertimento per bambini dai 6 agli 11 anni.

Domani, venerdì 26 settembre, alle 13, apertura del centro espositivo in Piazzale Zenith (800 metri quadrati), con inizio della distribuzione dei pettorali e dei pacchi gara. Domenica si replica dalle 9 alle 22. All’Expo, sino alle 15 di sabato, sarà anche possibile iscriversi a “Bibione is surprising run”.

Un migliaio le iscrizioni già pervenute agli organizzatori, e il numero è destinato a crescere ancora nelle ore di vigilia. Sarà una grande festa della corsa: per i campioni e per tantissimi appassionati di livello amatoriale, per i quali gli organizzatori di “Bibione is surprising run” avranno un occhio di riguardo.

Basti pensare che tutti gli atleti che concluderanno la prova in meno di 60 minuti – tempo alla portata di molti – saranno ospiti a cena (o per il pranzo dell’indomani) dei ristoratori di Bibione. Tra cielo, mare e terra, sabato 27 settembre, sarà davvero uno spettacolo da non perdere.
“Bibione is surprising run” è organizzata dall’Atletica Aviano, in collaborazione con il Comune di San Michele al Tagliamento, il Consorzio di promozione turistica “Bibione Live”, la società Bibione Spiaggia e le altre associazioni del territorio.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!