Bernardis: un momento identitario molto importante

3 Aprile 2020

TRIESTE. “La Festa della Patria del Friuli è un momento identitario di grande importanza, un vero e proprio orgoglio per la nostra comunità regionale che può fregiarsi di origini, cultura e storia di autonomia che garantiscono la specialità della nostra Regione. Ancor più in frangenti come quelli attuali, in cui siamo tutti chiamati a fare la nostra parte per fronteggiare una delle emergenze sanitarie più acute degli ultimi decenni, riscoprire e valorizzare le proprie origini è indispensabile per rendere più forti i nostri territori, ricordare da dove veniamo ed essere più consapevoli di dove intendiamo arrivare”. Queste le parole del consigliere regionale Diego Bernardis a proposito della tradizionale Festa della Patria del Friuli, ricorrenza che si celebra ogni anno il 3 di aprile.

“Chiaramente quest’anno le priorità sono altre ed è stato necessario posticipare le celebrazioni ufficiali di questa ricorrenza. Tuttavia, la Festa del Friuli è un’occasione di riflessione, di conoscenza e di condivisione, che ognuno di noi può valorizzare anche con il gesto simbolico di porre il vessillo del Friuli sul proprio balcone e sentirsi parte di una comunità fatta di pluralità linguistiche, territoriali e culturali. Da questo punto di vista – sottolinea Bernardis – ritengo di rivolgere un sentito plauso per il lavoro che l’Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane (Arlef), tramite il suo presidente Eros Cisilino e il consiglio direttivo, sta portando avanti per divulgare e tutelare la lingua e l’identità friulana”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!