Bernardis: la burocrazia delle tessere carburanti va snellita

30 Agosto 2020

TRIESTE. “È fondamentale che in questa prima fase di sperimentazione di super sconti sui carburanti in Fascia 1, i cittadini possano usufruire dei benefici della misura senza complicanze burocratiche. Andrebbe quindi aggiornato quanto prima il sistema delle tessere carburanti, permettendo agli stessi gestori delle aree di rifornimento di poter riattivare e resettare quelle tessere ormai scadute”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale Diego Bernardis (Lega), che, esprimendo “grandissima soddisfazione per il lavoro portato avanti dal presidente Massimiliano Fedriga e dall’assessore regionale Fabio Scoccimarro”, aggiunge: “Purtroppo più ci si avvicina alle zone di confine e più aumentano le tessere scadute o inutilizzate, occorre dunque dare nuovo impulso all’utilizzo di questo strumento per far sì che la super scontistica possa divenire una misura duratura nel tempo. Soltanto superando il fenomeno del pendolarismo oltreconfine e ritornando a fare rifornimento in Italia si potrà ambire a far restare sul territorio regionale ingenti risorse da destinare a servizi per i cittadini”.

“Occorre lavorare per rendere quanto più semplice e immediata possibile la riattivazione delle tessere carburanti. Otre all’aggiornamento software dei Pos in dotazione ai gestori delle aree di servizio, un’ulteriore proposta potrebbe essere quella di abolire l’opzione di scadenza per fare sì che le tessere possano essere subito impiegate per i rifornimenti in Italia” conclude la nota.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!