Bernardis: Il Cara di Gradisca dichiarato “zona rossa”

16 Novembre 2020

GRADISCA. “Dopo le segnalazioni del sottoscritto, la Prefettura di Gorizia ha disposto la limitazione ad uscire dal Cara di Gradisca per i sedicenti richiedenti asilo così da contenere la diffusione del virus. Si può uscire solo per motivi medici e per visite ospedaliere. Si tratta di una scelta responsabile, di buonsenso e che conferma la necessità di non affrontare la tematica dell’immigrazione in maniera ideologica come fa la sinistra, ma avendo sempre a mente che si parla anche di tutela della salute pubblica e, per di più, la scelta di limitare le uscite permetterà di garantire anche la salvaguardia e la salute degli ospiti stessi”. Esprime soddisfazione il consigliere regionale della Lega, Diego Bernardis, dopo aver appreso la decisione della Prefettura di Gorizia di limitare le uscite dal Centro di Accoglienza di Gradisca in seguito alla notizia dei numerosi casi Covid-19 positivi fra gli immigrati ospitati nella struttura.

Condividi questo articolo!