Bando da 200 milioni per le Start-Up

30 Novembre 2014

nt multimedia dronePORDENONE – Duecento milioni di euro a disposizione delle nuove start-up italiane, a partire da quelle che stanno nascendo o nasceranno in provincia di Pordenone: Confcooperative Pordenone è uno dei soggetti che possono aiutare gli imprenditori innovativi del futuro ad accedere al nuovo programma Smart & Start promosso dal Ministero dello Sviluppo economico. Inoltre c’è un altro prezioso strumento per supportare le imprese cooperative: sempre Confcooperative lancia infatti CoopUP, progetto finalizzato all’incubazione e al co-working di nuove idee imprenditoriali.

“Le start-up innovative di piccole dimensioni che intendono partecipare al bando del Mise – ha spiegato il direttore di Confcooperative Pordenone Marco Bagnariol – possono avere anche forma cooperativa: i nostri uffici sono già da ora a disposizione di chi vuole maggiori informazioni e sostegno nei suoi primi passi imprenditoriali. Qui per loro anche tutta l’assistenza del progetto CoopUP, che punta ad avvicinare all’economia cooperativa giovani e neo imprenditori in settori d’impresa meno tradizionali”.

Il bando Smart & Start, rispetto al precedente che portava lo stesso nome, è esteso per la prima volta al Friuli Venezia Giulia. Ha come detto una dotazione finanziaria di 200 milioni di euro con agevolazioni per singola start-up (imprese innovative costituite da non più di 48 mesi) che consistono in un mutuo decennale senza interessi e che possono arrivare al 70% delle spese ammissibili (80% se la compagine è interamente costituita da giovani o donne o se tra i soci c’è un dottore di ricerca che rientra dall’estero). Oltre alle agevolazioni finanziarie c’è anche un servizio di tutoring tecnico-gestionale.

Per quanto riguarda CoopUP i progetti potranno contare sull’appoggio finanziario per un massimo di 50 mila euro da parte delle Banche di Credito Cooperativo, con il sostegno di Fondosviluppo, di Cooperfidi Italia e del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI, con delle contro garanzie che possono arrivare fino all’80% a seconda dei casi. L’obiettivo è accompagnare la nascita e lo sviluppo di nuove cooperative e di imprese sociali, oltre a creare ponti tra nuove idee e imprese cooperative già attive.

“Confcooperative è un incubatore ideale per queste nuove realtà – ha aggiunto Bagnariol -: uniamo la tradizione secolare di questa forma di impresa dalle profonde radici mutualistiche allo sguardo rivolto al futuro che la cooperazione ha sempre avuto. I giovani, in particolare, guardano con grande interesse al modello cooperativo: sono più aperti e disponibili a condividere le esperienze e il know how e in più vogliono raggiungere traguardi ambiziosi. La cooperativa rappresenta lo strumento ideale per chi ha una mentalità aperta ed è proiettato verso tutto ciò che è innovazione. Da ultimo ricordiamo come già negli ultimi anni Confcooperative Pordenone ha favorito la nascita di alcune cooperative innovative costituite da giovani come Nuove tecniche, attiva nel settore multimediale e dello spettacolo, e 4 Frame che produce video per cinema e televisione”.

Tutte le informazioni si possono trovare su www.smartstart.invitalia.it e www.pordenone.confcooperative.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!