Bambini protagonisti del nuovo gemellaggio tra Sacile e Novigrad-Cittanova

24 Novembre 2015

 

SACILE – Dopo l’annuncio espresso in Francia la scorsa estate durante la festa per i 15 anni del gemellaggio con La Réole, il Sindaco di Sacile Roberto Ceraolo e il Primo Cittadino di Novigrad-Cittanova Anteo Milos sono pronti a firmare il patto che legherà le due città lungo un nuovo percorso di amicizia e di sviluppo comune. Dopo qualche anno di scambi in ambito culturale ed istituzionale, grazie anche alla partecipazione ad alcuni progetti europei dedicati proprio alla promozione della cittadinanza attiva, a Sacile e Novigrad-Cittanova è maturata infine la convinzione di formalizzare gli ottimi rapporti già in essere, offrendo ai rispettivi cittadini l’occasione per incontrarsi e conoscersi proprio in riva al Livenza.

La data scelta per la Festa non è casuale: per la prima volta questo momento importante, che la città di Sacile ha già vissuto in passato con la firma del gemellaggio con i francesi di La Réole e più recentemente con gli spagnoli di Vila-real, viene infatti associato alla solennità del patrono San Nicolò, decisione che ha dato forma ad un programma di attività incentrate soprattutto sui bambini, veri protagonisti dell’incontro.

La cerimonia del gemellaggio avrà luogo infatti al Teatro Zancanaro nella mattinata di sabato 5 dicembre, accompagnata dagli alunni delle scuole elementari e dai cori dei più piccoli, italiani e croati, uniti sul palco dalla musica e dall’amicizia.

Uno speciale sguardo sulle due città sarà offerto dal Concorso di disegni lanciato per i bambini delle Scuole dell’Infanzia e Primarie di Sacile e Novigrad, invitati ad elaborare una personale veduta della propria città come speciale “cartolina di auguri natalizi” per i nuovi amici gemellati. I lavori saranno esposti in mostra al San Gregorio e premiati dai Sindaci durante la cerimonia ufficiale, mentre l’inaugurazione, sabato pomeriggio, sarà accompagnata dall’ensemble dei giovani chitarristi Cittanovesi.

Altro segnale importante di condivisione sarà “Corte Europa”, ovvero uno spazio di promozione turistica e culturale delle città gemellate che animerà il piano terra di Palazzo Ragazzoni per tutto il weekend della Festa: insieme alla delegazione istriana saranno infatti presenti anche le delegazioni di La Réole, guidata dal Sindaco Bruno Marty, e di Vila-real, con in testa il vicesindaco Pasqual Batalla Llorens. Ricco di spunti interessanti e “a misura di famiglia” (anche se doverosamente “sobrio”) il calendario dei tre giorni, che il Comitato per i gemellaggi sta limando in questo ultimo scorcio di novembre, in sinergia anche con gli eventi natalizi che animeranno il centro storico, a cominciare dal Mercatino di Natale organizzato dalla Pro Sacile. Un lavoro di squadra che coinvolgerà le categorie del commercio e del turismo e molti dei sodalizi cittadini. Non mancherà naturalmente il momento solenne della Santa Messa del Patrono la sera di sabato 5 dicembre, tradizionale incontro condiviso con l’Amministrazione comunale e il mondo dell’Associazionismo, che per l’occasione vedrà partecipare tutti gli ospiti internazionali alla concelebrazione per San Nicolò, guidata dal Parroco del duomo don Graziano De Nardo insieme al Parroco di Cittanova don Luka Pranjic ed al Vicario Hector Bernardez Germade.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!