Approvato il bilancio della casa di riposo Ardito Desio

6 Agosto 2021

PALMANOVA. Nonostante l’anno 2020 sia stato contraddistinto dalla complessa gestione della pandemia, la Casa di Riposo “Ardito Desio” di Palmanova è riuscita a garantire un adeguato equilibrio economico e un minimo margine di redditività, grazie all’accresciuto valore del patrimonio immobiliare generato dall’ultimazione degli importanti lavori completati e inaugurati lo scorso anno. Questo è quanto emerso dal bilancio 2020 dell’Asp approvato durante l’ultimo Consiglio di Amministrazione del 29 luglio scorso. Il Presidente dell’Asp dott. Claudio Kovatsch e il Direttore Generale Flavio Cosatto: “Nel luglio 2020 siamo riusciti finalmente a concludere i complessi lavori alla struttura su Contrada Savorgnan che hanno visto interventi di tipo infrastrutturale, antincendio, antisismico e di risparmio energetico. Questo ha permesso anche la riapertura della viabilità su via Cairoli.

Oltre a una struttura moderna, sicura e sostenibile, questo Consiglio d’Amministrazione lascia in eredità un tesoro da 1 milione di euro legato al Bando Eisa 2019, per proseguire nelle opere di ampliamento e riqualificazione di ulteriori stabili. Questa residenza, in una prospettiva a medio termine, dovrà infatti acquisire un nuovo assetto strutturale e dei servizi, potenziando la capacità ricettiva degli ospiti anziani non autosufficienti portandola a regime dagli attuali 94 posti letto ai futuri 103 posti letto”. L’impegno dell’attuale Consiglio d’Amministrazione dell’Asp scadrà assieme alla conclusione del mandato dell’attuale giunta comunale di Palmanova, quindi con i primi giorni di ottobre.

Il Sindaco di Palmanova Francesco Martines: “Quello approvato è un bilancio sano, nonostante le difficoltà e i maggiori costi derivati dalla pandemia. I grandi sforzi del personale e delle dirigenza hanno limitato al massimo le difficoltà, garantendo sicurezza agli ospiti della struttura. Non posso che complimentarmi e ringraziare tutto il Consiglio di Amministrazione e il Presidente”.

Il Presidente, il Consiglio d’Amministrazione e il Direttore della struttura confidano in un imprescindibile e generalizzato ulteriore apporto finanziatore e contributivo della Regione Fvg alle residenze per anziani per far fronte sia alle giornate di non occupazione dei posti letto causate dalla gravissima emergenza epidemiologica, sia ai maggiori oneri connessi alle prestazioni sanitarie causate dell’emergenza (acquisizione dei dispositivi di protezione come mascherine, guanti, visiere, camici, per dotare gli operatori della struttura e gli ospiti delle giuste protezioni e impiego di professionalità interne per la gestione della grave pandemia).

Il Presidente ha infine espresso un doveroso sentito apprezzamento e ringraziamento indistintamente ai componenti del Consiglio di amministrazione per la lealtà e collaborazione dimostrata nel corso di tutto il mandato in scadenza, al revisore legale dei conti per l’apporto professionale profuso, alla Direzione Generale e alla Direzione Socio-Sanitaria per la professionalità, impegno e dedizione dimostrata nello svolgimento dei loro compiti anche nella delicatissima e difficilissima fase emergenziale.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!