Appello di Sindaci del Fvg a Fedriga per proteggere di più e subito il personale sanitario

24 Marzo 2020

Un consistente gruppo di Sindaci del Fvg – una novantina – ha sottoscritto e inviato al Presidente della Regione Fedriga un appello finalizzato a ottenere maggiori tutele a favore dei Medici di Medicina Generale, che sono impegnati nelle nostre comunità, ogni giorno e in prima persona, nella lotta al Covid-19.

”L’emergenza epidemiologica che sta mettendo alla prova tutte le nostre comunità – questo il testo – richiede particolare attenzione su alcune categorie di lavoratori e professionisti del settore sanitario. Il senso di responsabilità che ci deve accompagnare come amministratori locali ci spinge a mettere in evidenza l’esigenza di fornire adeguato supporto ai medici di medicina generale. La battaglia si vince anche a livello territoriale. Proprio per questo è una questione basilare dare supporto al territorio e in particolare ai Medici di Medicina Generale e alle Guardie Mediche.

È evidente a tutti che in questo momento i medici stanno vivendo condizioni di lavoro estremamente difficili, a cominciare dalla dotazione assegnata a ciascuno. Una condizione che di fatto non permette il rispetto delle più elementari norme di sicurezza e igiene previste anche dal recente decreto. Le indicazioni fornite ai Medici per proteggersi dal contagio, prevedono che il personale sanitario in contatto con un paziente con sintomi respiratori e con caso sospetto, probabile o confermato da infezione da Covid-19 debba indossare Dpi adeguati. Senza adeguati strumenti i Medici di Medicina Generale non solo rischiano di ammalarsi, ma potrebbero essere loro stessi vettori di infezione. Per evitare che ciò accada, proponiamo di svolgere, anche nei casi di contagio dell’assistito, il tampone a tutti i Medici e gli operatori sanitari.

Purtroppo abbiamo già registrato la presenza di medici positivi e quindi ci appelliamo al Presidente della Regione affinché si intervenga urgentemente, perché la lotta al contagio si realizzi attraverso una serie di azioni opportune, ragionevoli ed efficaci a tutela della salute pubblica”.

Condividi questo articolo!