Antiriciclaggio: professionisti e istituzioni a confronto

11 Novembre 2014

UDINE. Quali sono le relazioni che esistono tra l’anello “terminale” della catena del riciclaggio delle risorse economico-finanziarie e la loro formazione? Quale è il rapporto tra il riciclaggio e l’enormità dell’evasione fiscale e del lavoro nero? Qual è il rapporto tra riciclaggio e crescente entità dei beni sequestrati alla malavita organizzata attraverso le “infiltrazioni legali”? Saranno questi alcuni dei temi trattati giovedì 13 novembre in Fiera Udine nel convegno organizzato dall’Odcec di Udine e dalla Consulta delle Professioni presso la CCIAA.

Dopo i saluti di Lorenzo Sirch, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Udine e presidente della Consulta delle Professioni presso la CCIAA di Udine, seguiranno la relazione di indirizzo di Raffaele Tito, procuratore aggiunto della repubblica al Tribunale di Udine, e l’intervento del col. Stefano Commentucci, comandante provinciale della Guardia di Finanza di Udine che relazionerà su “la normativa sulla prevenzione del riciclaggio: obblighi, attività ispettive, rischi e sanzioni”. Al pomeriggio le relazioni di Giovanni Borgna, avvocato e docente di diritto penale dell’economia all’Università di Trieste su “gli aspetti penali nell’applicazione della normativa antiriciclaggio” e di Antonio Fortarezza dottore commercialista su “l’applicazione pratica della normativa antiriciclaggio negli studi professionali: il caso dei dottori commercialisti”.

L’evento è patrocinato dell’Ordine degli Avvocati di Udine e di Tolmezzo, dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Udine, dal Consiglio Notarile di Udine e Tolmezzo e da Aiga Udine.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!