Anno record per Bofrost

8 Marzo 2015

SAN VITO AL TAGLIAMENTO – Bofrost Italia S.p.A. chiude un altro anno di crescita. L’azienda di San Vito al Tagliamento (PN), la più importante realtà italiana della vendita diretta di alimenti surgelati, ha chiuso il bilancio 2014/15 (terminato il 28 febbraio) a quota 217 milioni di euro, +4,8% rispetto all’esercizio precedente. Un trend positivo che continua per l’ottavo anno consecutivo: dal 2007 a oggi il fatturato dell’azienda è cresciuto del 31,5%.

Bofrost ha annunciato questi risultati durante un evento organizzato presso lo Stadio Friuli di Udine, in collaborazione con la società di Giampaolo Pozzo. «Motivazione e cura dei talenti, solidità economica ed eccellenza del territorio sono valori che condividiamo con un’altra realtà friulana come l’Udinese e sono la chiave della crescita di Bofrost –ha commentato l’amministratore delegato Gianluca Tesolin–. Nel 2015 proseguiremo il nostro piano di espansione basato sull’ampliamento della rete di vendita e sull’investimento di 4,5 milioni di euro per rinnovare le nostre filiali. Puntando sempre sui nostri punti di forza: qualità dei prodotti e qualità del servizio, basato sulla vendita diretta al domicilio del cliente».

Nell’ultimo anno Bofrost è cresciuta anche sotto l’aspetto occupazionale, con 86 nuovi inserimenti. Nella sede di San Vito al Tagliamento, nei 10 call center e nelle 50 filiali in tutta Italia oggi lavorano 2.000 dipendenti e 300 operatori vendita. 450 sono le persone, assunte con contratto di lavoro subordinato, occupate nei call center. Proprio alla forza vendita è stato dedicato l’evento aziendale di Udine, con le premiazioni dei migliori collaboratori 2014-15 e dei vincitori delle gare di incentivazione avvenute, per la prima volta, sull’erba dello Stadio Friuli in una location ricca di fascino.

Le famiglie italiane che conoscono e consumano le specialità surgelate Bofrost sono oltre 1,2 milioni (dati GFK-Eurisko, dicembre 2014) e la quota valore di mercato tocca il 9,5%, dietro solo a Findus.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!