Anche aziende friulane al Salone del Franchising

22 Ottobre 2015

SaloneFranchising2014_DSC8122_bMILANO. Torna a crescere il commercio in franchising, dopo un rallentamento negli anni più duri della crisi economica, superando la quota dei 23 miliardi di euro di fatturato nel 2014 e facendo registrare un aumento dello 0,6% nel primo semestre 2015, rispetto allo stesso periodo del 2014. Una formula che aiuta l’occupazione e che giova ai brand che sperimentano nuovi canali di vendita. Se ne parlerà nel tradizionale “Salone Franchising Milano”, giunto alla 30° edizione, da venerdì 23 a lunedì 26 ottobre, in Fiera Milano a Rho/Pero. Tra i 200 espositori saranno presenti anche aziende del Friuli: Espressamente Illy di Trieste; Lavanda di Venzone in Franchising Srl di Venzone; Old Wild West e Wiener Haus di Torreano Di Martignacco.

Le merceologie più richieste nel commercio in franchising sono: abbigliamento, food, servizi ai privati (servizi a domicilio o in negozio per la cura della persona), servizi per le imprese, prodotti per la casa. Cresce in particolare la ristorazione e quindi pizzerie, gelaterie, yogurtherie, pub, ma anche attività più specializzate come ristoranti vegani, per celiaci, a chilometro zero, birrerie, vendita di soli prodotti fritti, ristoranti a tema.

Per aprire un punto vendita in franchising servono mediamente 50 mila euro, ma molto dipende dalla merceologia prescelta. Al Salone Franchising Milano espongono 220 catene franchisor, su un totale di 950 catene operanti in Italia. Dunque il Salone presenta un’occasione unica di scelta del brand di interesse e di colloquio immediato con la catena commerciale affiliante. Serve naturalmente una buona conoscenza della contrattualistica e dei pro e contro del franchising, e il Salone milanese offre formazione e consulenze gratuite: Franchising School (formazione per aspiranti franchisee) e Franchising Factory (consulenza alle start up).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!