Amis das motos di une volte: molto di più d’un calendario

3 Gennaio 2015

CODROIPO. Un calendario, quello presentato a Codroipo (e successivamente a Mortegliano), che è l’espressione di due grandi passioni che accomunano quelli dell’associazione “Amis das motos di une volte”: le motociclette d’epoca e le belle azioni. Dopo aver allestito il museo delle moto storiche, continuano a curare il restauro di tantissime motociclette, organizzano il raduno dei motociclisti con le storiche, ma anche da dieci anni realizzano un calendario con meravigliose fotografie che ritraggono belle fanciulle vicino ad alcune delle loro moto da collezione. Lo scorso anno, Flavio Zaccolo è stato l’autore degli scatti, realizzati in alcune delle più belle ville venete del Medio Friuli: villa Manin, villa dei Conti di Varmo, villa Marangoni Masolini, villa Savorgnan, villa Someda de Marco, villa Kechler e il museo Civico delle carrozze di San Martino.

IMG_0050L’idea è nata a giugno, in occasione della manifestazione Ville aperte, quando con le loro due ruote hanno visitato alcuni edifici storici del Medio Friuli che spesso solo in queste occasioni sono aperti al pubblico. Così hanno messo insieme tre elementi principali: un contesto storico, una moto d’epoca e una ragazza. Del calendario 2015 sono state realizzate ottocento copie, disponibili per tutti coloro che ne faranno richiesta; grazie agli sponsor sono a titolo gratuito.

L’aspetto più importante dell’operazione è stato però, al di là della passione per le moto e la celebrazione dell’associazione, dedicare il calendario a David Mestroni, un giovane che dall’età di otto anni soffre di distrofia muscolare Duchenne, che si trasmette ereditariamente in linea maschile, una malattia degenerativa di origine genetica che porta a un progressivo indebolimento della muscolatura. Nel 2015 compirà quaranta anni e il regalo per lui sarà una giornata insieme a tutte le ragazze che hanno interpretato le immagini dei dodici mesi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!