Alleanza Verdi Sinistra: una alternativa a questa Giunta

3 Ottobre 2022

TRIESTE. ”L’Alleanza Verdi Sinistra vuole costruire un’alternativa alla giunta Fedriga-Riccardi“. Comincia così il comunicato congiunto firmato da: Daniele Andrian e Tiziana Cimolino, co-portavoce Europa Verde – Verdi Fvg; Sebastiano Badin, segretario regionale Sinistra Italiana Fvg e Comitati Possibile Friuli Venezia Giulia.

”Questa Giunta – si prosegue – sta devastando il Servizio Sanitario Regionale continuando a promuovere nei fatti la privatizzazione del comparto: aumentano le liste d’attesa, aumenta lo sfruttamento dei lavoratori della sanità con la fuga in Veneto sia di pazienti che di medici ed infermieri.

Le scelte in materia ambientale sono pressoché nulle, l’assessorato è inesistente e completamente sottomesso alle decisioni che vengono prese nella direzione delle energie fossili anche quando vanno contro il parere della popolazione locale, come nel caso delle centraline a metano volute da Siot. Wartsila, Flex ma anche gli eterni segnali negativi da parte Electrolux denotano l’assenza di politiche industriali e di lotta alle delocalizzazioni. La discriminazione nei confronti di chi risiede in Fvg da meno di 5 anni nell’accesso ai contributi regionali perdura ancora nonostante le sentenze dei tribunali.

L’Alleanza Verdi Sinistra vuole aprire un dialogo – si afferma – con tutte le forze che ritengono inefficaci le politiche regionali degli ultimi 5 anni: Avs giudica positivamente le aperture del M5s, forza che ha scelto il versante progressista, e riconosce positivamente il ruolo del Patto per l’Autonomia che in questi anni di consiliatura tanto ha fatto a difesa dei Beni Comuni dichiarando il suo impegno a favore di una regione più equa e solidale. In consiglio regionale è fondamentale il contributo di Furio Honsell e sul territorio delle numerose realtà civiche, ecologiste, solidali e municipaliste della nostra regione.

Al Partito Democratico auguriamo buon lavoro per i prossimi impegni congressuali e auspichiamo che scelga un percorso autenticamente socialdemocratico ed ecologista. Siamo convinti che i cittadini vadano coinvolti in un processo pubblico partecipato e che possano scegliere il miglior candidato alla presidenza anche tramite delle primarie aperte. La Regione – è la conclusione – necessita di risposte radicali e concrete ai bisogni e alle aspettative dei cittadini, crediamo nel primato della politica in contrapposizione a scelte fintamente tecniche e neutre. Lavoreremo a una coalizione che possa vincere ed essere allo stesso tempo totalmente alternativa a Fedriga, nei programmi e nei metodi“.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!