Alla scoperta del Tagliamento

9 Settembre 2015

LIGNANO. Nei giorni scorsi la società Lignano Pineta – Porto Turistico Marina Uno in collaborazione con Marina Punta Verde, ha organizzato un incontro divulgativo ambientale con i giovani ospiti del centro estivo “Pinoland “ di Lignano Pineta, nell’ambito delle iniziative previste dal protocollo F.E.E. – Foundation for Environmental Education. Il Porto Turistico di Marina Uno riceve ininterrottamente dal 1990 l’ambito riconoscimento Bandiera Blu della F.E.E. per il rispetto delle regole ambientali e per la qualità e la gamma dei servizi offerti al diportista. Tra i vari requisiti per il mantenimento dell’ambito riconoscimento Bandiera Blu, è prevista appunto l’attività di divulgazione e sensibilizzazione ambientale ai diportisti e non. “Pinoland” tra lungomare Kechler e raggio di Levante a Lignano Pineta, è uno spazio di gioco e centro di aggregazione aperto a tutti, dove i bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni possono occupare il tempo del gioco in maniera strutturata ma libera.

CIMG1081 (2)L’iniziativa si è svolta partendo dal Porto Turstico di Marina Uno, utilizzando il gommone “Mister Blu” capitanato da Riccardo Carulli, istruttore di sub e titolare della scuola sub Mister Blu a Marina Uno. Si è risalito il Tagliamento per circa quattro-cinque miglia, fino a raggiungere la “Bilancia fissa” che copre l’intero alveo del fiume. Durante il tragitto i ragazzi hanno potuto osservare la fauna e la flora dell’alveo del fiume, chiedendo informazioni e notizie riguardanti gli animali (cigni, germano reale, martin pescatore, ecc.) e la vegetazione autoctona. L’attività ha avuto una durata di circa tre ore. Al rientro i ragazzi sono stati accolti al Porto Turistico dal Comandante di Lungo Corso Pompilio Paganini in forze alla marina, il quale ha dato informazioni ai bambini e ha risposto alle loro domande, soffermandosi sul punto riguardante l’inquinamento causato dai rifiuti domestici abbandonati. I ragazzi hanno apprezzato l’escursione e l’attività divulgativa ed hanno chiesto di poter ripetere questa esperienza anche il prossimo anno.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!