Al Pordenone Beer Show le birre più particolari

1 Novembre 2018

PORDENONE. La Fiera di Pordenone si prepara ad ospitare 3 manifestazioni in contemporanea nel week-end attivando i 3 ingressi separatamente. Come già annunciato, è partito giovedì 1° novembre fino alle 19 all’ingresso nord Riso e Confetti, Salone del matrimonio e delle cerimonie in programma fino a domenica 4 novembre con oltre 90 espositori, tra ristoranti, location, atelier, fotografi, orafi. Venerdì 2 dalle 18 la birra artigianale e le gastronomie di eccellenza saranno le protagoniste di Pordenone Beer Show, aperto all’ingresso centrale nelle giornate 2-3-4 e 9-10-11 novembre. All’ingresso sud invece va in scena la bellezza con Estetica Show, oltre 90 espositori provenienti da tutta Italia e anche dall’estero, che presenteranno le ultime novità per il mondo del beauty, dell’hair, del make up, del nails, del wellness… Tutti i giorni, workshop e dimostrazioni, nell’area Demo. La manifestazione sarà aperta il 3, 4 e 5 novembre.

Il Pordenone Beer Show ospita oltre trenta birrifici tra italiani ed esteri. Una scommessa partita nel 2015, in quanto primo evento fieristico in Regione dedicato interamente a questo comparto, giunta alla quarta edizione propone sia ospiti ed eventi “collaudati” che diverse novità. Tra gli espositori “affezionati” del primo week-end troviamo nomi come i Chianti Brew Fighters, B2O, e San Biagio; ma si registra l’ingresso anche di nuove giovani realtà come Basei e La Villana, o altri di più provata esperienza ma per la prima volta a Pordenone come il Birrificio Trevigiano. Tra i “ritorni” del secondo week-end ricordiamo Birra di Naon, espressione per antonomasia dell’arte brassicola locale, in quanto birrificio di Pordenone che utilizza materie prime coltivate tra Friuli Venezia Giulia e Veneto; Couture, altro “pezzo di territorio”, che fa dell’utilizzo del malto proveniente da suoi campi d’orzo biologico nella pianura veneta la propria cifra distintiva; o ancora il Jeb e il Birrificio degli Ostuni.

Ed è soprattutto in questo fine settimana che si concentrano appunto le novità, sia dall’Italia che dall’estero. Tra le prime citiamo Manto Bianco, birrificio di Quarto d’Altino di recente apertura, guidato da mastri birrai diplomati all’Accademia Dieffe di Padova; A Mine of Beer, direttamente dalla Sardegna, che si rifà alla storia mineraria di Bacu Abis e che a Pordenone porterà per la prima volta le sue birre “in continente”; il Birrificio Svevo, pioniere della birra artigianale in Puglia; e il celebre Menaresta. Tra le novità estere ci sono invece il britannico Vocation Brewery; il ceco Kamenice, che vanta un microbirrificio sperimentale da cui arrivano anche alcune delle produzioni che saranno portate in riva al Noncello; e il celebre marchio olandese De Molen. La lista dei birrifici vecchi e nuovi è comunque assai più lunga, e vi rimandiamo al sito www.fierabirrapordenone.it per una panoramica completa.

La presenza dei birrifici è come sempre accompagnata dagli eventi culturali: la giornalista, blogger e biersommelière Chiara Andreola condurrà i partecipanti ai laboratori alla scoperta delle peculiarità dei diversi stili birrari, di come degustarli al meglio, e dei birrifici presenti (il venerdì e il sabato alle 19); mentre René Vacilotto, nome noto nel campo dell’homebrewing, svelerà i segreti della birra fatta in casa (domenica 11 alle 16). Quest’anno la Fiera ha poi avviato anche una collaborazione con WeFood, evento che per un week-end vede le “fabbriche del gusto” aperte in tutto il Triveneto: e una tappa si svolgerà proprio al Pordenone Beer Show, con l’evento “Le novità che bollono in pentola… e nel tino” domenica 4 novembre alle 18. Ospiti della Fiera saranno i presidenti delle associazioni di categoria dei birrai artigiani per il Veneto e Friuli Venezia Giulia, Ivan Borsato e Severino Garlatti Costa; Marco Colognese, giornalista e collaboratore della guida enogastronomica Venezie a Tavola; e Carlo Nappo, chef del ristorante Podere dell’Angelo di Pasiano. Anche il programma è in continuo aggiornamento, per cui suggeriamo di consultare il sito della Fiera per essere al corrente delle ultime novità.

Da non dimenticare naturalmente il comparto gastronomia, con specialità da tutta Italia e oltre – dalle svariate preparazioni di carne del salumificio Mio, allo gnocco fritto della Fattoria Alta Collina, alla fiorentina della Braceria Il.Ma. -; nonché quello della musica dal vivo, con numerosi artisti che si passeranno il testimone nel corso del week-end.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!