Al Linussio di Tolmezzo si studiano i “Sapori di montagna”

19 Giugno 2016

Linussio SavorsTOLMEZZO – Il percorso d’istruzione professionale, offerto quest’anno agli studenti del secondo biennio e del quinto anno dell’Isis “Jacopo Linussio” di Tolmezzo, si è arricchito di un’ulteriore opportunità grazie al Progetto “Savôrs di Mont / Sapori di montagna”, sostenuto concretamente dalla Fondazione Cassa di risparmio di Udine e Pordenone.

Nei mesi di maggio e giugno, presso il “Laboratorio Gianni Cosetti” dell’Istituto carnico, si sono avvicendati tre esperti di provata competenza per appassionanti lezioni laboratoriali sull’utilizzo di erbe e tisane in cucina o in bar, su menù con ingredienti del territorio, bevande autoctone e pasticceria moderna da ristorante e per asporto, arricchita con prodotti tipici locali.
Ha inaugurato il percorso Walter Filipputti, Premio Carati d’Autore per il Giornalismo 2014, che ha voluto intitolare il suo intervento “L’importanza del bicchiere per il vino”.

Specializzato in vitivinicoltura e cucina-ristorazione, Filipputti ha insegnato nelle Università di Udine, Milano, Venezia e Trieste, proponendo corsi in “Comunicazione e Promozione del territorio”, “Comunicazione e linguaggio del Vino” e “Percorsi Enogastronomici”, oltre a svolgere un’intensa attività editoriale.

Successivamente si sono avvicendate alla guida degli studenti della Carnia e dell’Alto Friuli Antonella Salon, titolare dell’omonimo Albergo Ristorante di Arta Terme, e Ilaria Caneva, pasticcera trentenne specializzatasi presso il prestigioso istituto “Alma”.
Per la chef Antonella Salon – che ha incontrato per due volte le classi del “Linussio”, intitolando le proprie lezioni “Le bevande autoctone” – la cucina dev’essere il cuore pulsante di ogni albergo. L’utilizzo di ingredienti locali e stagionali, nella sua proposta, è all’origine di un processo di rielaborazione e attualizzazione delle ricette tradizionali carniche.

Ilaria Caneva, dopo aver conseguito il diploma di Tecnico dei servizi della ristorazione, si è specializzata frequentando la XIX edizione del corso superiore di pasticceria proposto da “Alma – La scuola internazionale di cucina italiana”, diretta da Gualtiero Marchesi a Colorno (Parma). La sua lezione all’Isis “Linussio” è stata intitolata “Pasticceria contemporanea”.

Il progetto “Savôrs di Mont / Sapori di montagna” è stato coordinato dall’insegnante di Enogastronomia e Prodotti dolciari Aulo Cimenti, con la collaborazione di tutti i docenti del Dipartimento di Enogastronomia e Alimentazione dell’indirizzo Alberghiero dell’Istituto tolmezzino.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!