Aiuti ai terremotati

1 Giugno 2012

La Croce Rossa Italiana di Palmanova ha ricevuto dalla Cri emiliana la richiesta urgente di materiale da destinare agli sfollati del terremoto. La richiesta è molto precisa: vi è infatti la necessità di articoli per l’igiene personale e per bambini, e più precisamente si tratta di: assorbenti per donna; pannolini per l’infanzia di varie misure; latte in polvere; kit per igiene personale. Chiunque volesse contribuire alla fornitura di uno o più di questi articoli può rivolgersi ai Volontari del Comitato Locale C.R.I. di Palmanova nelle seguenti sedi e orari: sede C.R.I. di Cervignano del Friuli (via Gorizia, 1 – ex caserma Vigili del Fuoco) – dal lunedì al venerdì dalle 18:00 alle 21:00, sabato e domenica dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 17:00; sede C.R.I. di Jalmicco di Palmanova (via Visco, 2) – dal lunedì al venerdì dalle 18:00 alle 21:00, sabato e domenica dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 17:00; sede C.R.I. di Torviscosa (via Fermi, 5 – poliambulatorio) – dal lunedì al venerdì dalle 18:00 alle 21:00, sabato e domenica dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 17:00.

Per chi non avesse la disponibilità di poter reperire questo tipo di aiuti, ma volesse comunque sostenere l’attività di soccorso che ha avviato la Croce Rossa Italiana, può fare una donazione secondo queste modalità. Donazioni mediante bonifico su conto corrente bancario: Codice IBAN: IT19 P010 0503 3820 0000 0200 208 intestato a “Croce Rossa Italiana, Via Toscana 12 – 00187 Roma” presso Banca Nazionale del Lavoro – Filiale di Roma Bissolati Tesoreria – Via San Nicola da Tolentino 67 – Roma; indicare la causale “Sisma Emilia Romagna” (Per donazioni dall’estero codice BIC/SWIFT: BNL II TRR). Donazioni mediante conto corrente postale n. 300004 intestato a: “Croce Rossa Italiana, via Toscana 12 – 00187 Roma”, indicare la causale “Sisma Emilia Romagna”. Donazioni On-line: sul sito www.cri.it, nella sezione DONA on-line, selezionare la causale “Sisma Emilia Romagna”. Sia per le aziende che i privati, le donazioni (in denaro o beni) sono soggette ad importanti detrazioni fiscali.

L’impegno nelle zone colpite

Che cosa ha fatto finora la Cri nelle zone terremotate? Ecco un rapido elenco. Una tendopoli allestita a Crevalcore (BO), un campo di accoglienza in fase di montaggio a Correggio (RE), due cucine, una a pieno regime che l’altro ieri ha servito 1700 pasti oltre a bevande calde e colazioni, e un’altra operativa da ieri, 160 volontari e operatori attivi e altro personale e mezzi in arrivo: così la Croce Rossa Italiana, in stretta collaborazione con la Protezione Civile, sta potenziando le sue attività per sostenere la popolazione emiliana. La C.R.I., attiva sin dal primo terremoto che ha colpito la regione, è attualmente impegnata in diverse attività: supporto e assistenza sanitaria, effettuata con ambulanze e pulmini trasporto disabili, evacuazione e trasporto con pulmini e minibus, distribuzione di generi di conforto e dei pasti (cucinati anche da altre associazioni), gestione con monitoraggio e censimento dei centri di accoglienza, assistenza psico-sociale con l’ausilio per i più piccoli di clowneria e animazione.

… e quello dei Volontari della Cri di Palmanova

Occorre premettere che la missione di soccorso agli sfollati della pianura padana vede impegnati in prima linea gli Operatori della Croce Rossa dell’Emilia Romagna e delle regioni vicine. Anche se vi è stato un aggravarsi delle condizioni, a causa delle due forti scosse di martedì, la Sala Operativa Nazionale che coordina le operazioni non ha ritenuto necessario un intervento da parte della Croce Rossa della nostra regione. In questi giorni il Comitato Locale C.R.I. di Palmanova ha comunque raccolto tra i propri Volontari la disponibilità ad una eventuale missione nelle terre della Bassa Emiliana. Ad ora vi sono una decina di Operatori disponibili a partire, con diverse specializzazioni che vannno dall’ambito sanitario a quello socio-assistenziale, dalla logistica al supporto psicologico. Inoltre, è stata fatta una verifica straordinaria del materiale e dei mezzi che eventualmente possono essere impiegati, rendendoli pienamente operativi e pronti ad una immedita partenza. I Volontari dei Gruppi C.R.I. del Comitato Locale di Palmanova hanno anche esteso l’apertura al pubblico delle proprie sedi per favorire la raccolta degli aiuti, e stanno predisponendo quanto raccolto per il loro invio nei paesi emiliani.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!