“Abbiamo diverse proposte per superare la crisi in FVG”

16 Febbraio 2015

GORIZIA. “Italia dei Valori in Friuli Venezia Giulia sostiene il governo regionale e presenterà alla Presidente Serracchiani proposte su semplificazione, investimento per la crescita, tutela del bene comune e della salute e centralità del lavoro. Dobbiamo portare avanti un’azione finalizzata alla ripresa economica e superare la crisi che sta portando le piccole e medie imprese a chiudere. Nel Friuli Venezia Giulia si registrano 122 fallimenti nel 2014 ”.

Foto Messina - GoriziaE’ quanto ha dichiarato Ignazio Messina, leader dell’Italia dei Valori, nel corso di una conferenza stampa per l’inaugurazione della sede regionale del partito a Gorizia. “Le PMI – continua Messina – sono da sempre per l’Italia, l’eccellenza economica ma oggi arrancano e sono soffocate dalle tasse. Noi crediamo che il primo passo per intervenire sia quello di abolire la legge Fornero, che non ha certo aiutato il mondo del lavoro e prevediamo un assegno di maternità universale, la semplificazione dei contratti nazionali a quattro, oneri ridotti come il taglio dell’Iva per coloro che assumono giovani a tempo determinato, l’equiparazione degli standard lavorativi italiani a quelli europei e l’abolizione dell’Irap per le imprese da 0 a 9 dipendenti. Altra battaglia dell’Idv – incalza il segretario- è la lotta alla corruzione che è il principio fondante, al punto che inseriremo nel nostro simbolo “no corruzione”.

Basti pensare che in dieci anni questo cancro è costato all’Italia, cento miliardi di Pil e comporta in media un costo degli appalti maggiorato del 20% e una diminuzione degli investimenti esteri in Italia del 16%. Le aziende che operano in un contesto corrotto crescono in media del 25% in meno rispetto alle concorrenti che operano in un’area di legalità. La criminalità organizzata – conclude- ha la stessa faccia da Sud a Nord ed è fortemente radicata anche in Friuli essendo considerata una regione ricca. Italia dei Valori crede che il primo passo per cambiare il Paese e questo territorio sia partire proprio dalla lotta alla criminalità organizzata ed alla corruzione, da considerarsi alla stregua. Nella nostra proposta di legge contro la corruzione proponiamo di confiscare i beni ai corrotti ed ai corruttori, la sospensione dal lavoro degli impiegati rinviati a giudizio e l’inasprimento delle pene”.

Alla conferenza stampa erano presente il Commissario Regionale Gennaro Marotta, dirigenti ed eletti del Friuli Venezia Giulia.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!