A Villa de Claricini un vino per 50 anni della Fondazione

30 Maggio 2021

MOIMACCO. A Villa de Claricini di Bottenicco di Moimacco, alle porte di Cividale, in occasione di Cantine Aperte, una fitta serie di iniziative enogastronomiche e culturali ha fatto da corollario a un importante appuntamento: la presentazione di una nuova etichetta dell’azienda vinicola de Claricini, prodotta appositamente in edizione limitata per celebrare i 50 anni della Fondazione.

La nuova referenza è il frutto di un complesso lavoro in vigna svolto nei 12 ettari di proprietà della villa secondo i principi dell’agricoltura biologica. “Per il momento possiamo solo dire che si tratta di un vino rosso igp frutto, come la restante produzione della nostra cantina, di un grande lavoro di vigneto – spiega l’enologo Paolo Dolce, direttore della Fondazione de Claricini –. Produciamo mediamente ogni anno, in modo biologico e tutto naturale, 50 mila bottiglie fra vini bianchi e rossi, tutti doc e igp, per un mercato sia italiano che estero: quantità certamente contenute ma curate con attenzione e cura certosine, dalla vigna alla cantina”. Proprio per le sue caratteristiche di sostenibilità, l’azienda agricola de Claricini, motore economico dell’omonima Fondazione costituita nel 1971 con finalità culturali e senza scopo di lucro, si è aggiudicata recentemente il premio AgriColtura100 rientrando fra le migliori 100 aziende italiane del settore.

Per far conoscere più da vicino al pubblico le peculiarità della lavorazione biologica, sono state organizzate nel pomeriggio di sabato 29 e domenica 30 maggio alcune visite guidate nei vigneti della proprietà. Gli esperti conoscitori ed enologi inoltre hanno partecipato a una presentazione online della nuova referenza.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!