8 milioni per i giovani imprenditori

28 Maggio 2014

GRADISCA D’ISONZO – L’annuncio al convegno di Giovani Impresa di Coldiretti a Gradisca d’Isonzo.

“8 milioni di euro sono in arrivo con la programmazione 2014-2020 per sostenere, nell’ambito del progetto Imprenderò, l’avvio di nuove imprese, anche agricole, nel Fvg”.

Lo ha annunciato, partecipando stamani al convegno “Traiettorie di futuro” organizzato da Coldiretti Fvg all’istituto statale d’istruzione superiore “G. Brignoli – L. Einaudi – G. Marconi” di Gradisca d’Isonzo, l’assessore al lavoro e formazione Loredana Panariti che ha aggiunto che queste nuove risorse andranno ad aggiungersi al milione di euro già stanziati per finanziare la formazione dei giovani che intendo avviare una nuova impresa, dopo che i progetti presentati sono stati selezionati ed ammessi a contributo.

L’assessore Panariti, intervenuto alla presenza del delegato nazionale di Coldiretti Giovani Impresa Maria Letizia Gardoni e del presidente di Coldiretti Fvg Dario Ermacora, ha apprezzato il lavoro dei Giovani di Coldiretti dimostrando di conoscere i prodotti di Campagna Amica e di esserne un consumatore abituale.

“Mi congratulo – ha detto – per i tanti esempi che date di innovazione in agricoltura, per la vostra capacità di offrire prodotti sempre più di qualità in un’ottica di sostenibilità ambientale e di preservazione della biodiversità”.

Esempi concreti di come i giovani sono oggi protagonisti dello sviluppo sono stati portati, dopo una breve introduzione di Marco De Munari, delegato regionale Coldiretti Giovani Impresa Fvg, da tre giovani imprenditori di Coldiretti (Matteo Zolin di Dandolo di Maniago, Enrico De Marchi di Latisana e Thomas Frate di San Canzian D’Isonzo), che, coordinati dal giornalista Claudio Fabbro, hanno raccontato la propria esperienza d’impresa.

“L’agricoltura è cambiata profondamente in questi anni – ha spiegato il presidente Ermacora, affiancato dai presidenti e dai direttori delle province di Udine, Pordenone e Gorizia – e con essa è cambiato il ruolo dell’agricoltore. Oggi l’agricoltura non è più un’attività marginale, ma è considerata, anche grazie alle politiche di Coldiretti, un’attività come tutte le altre con punte di eccellenza che danno lustro all’Italia”.

I lavori sono stati aperti dai saluti di Marco Fragiacomo, dirigente scolastico, e da Franco Tomasini, sindaco uscente di Gradisca.

Il convegno conclude una visita di due giorni al Fvg del delegato nazionale Giovani Impresa Maria Letizia Gardoni che ha visitato i vivai cooperativi di Rauscedo, l’azienda agricola della famiglia Cinello a Flambro di Talmassons, il Pascolo sociale e all’azienda agricola Nada Zagar di Basovizza.

“Una due giorni intensa che – ha detto la delegata – mi hanno fatto capire come anche una regione piccola come il Fvg sia ricca di qualità, spirito innovativo e voglia di fare”.

Condividi questo articolo!