Seicento partecipanti al laboratorio di scrittura creativa

14 Dicembre 2014

Allegato di posta elettronicaMUGGIA – La Costituzione Italiana è il tema affrontato dalla nuova edizione del Laboratorio Provinciale Permanente di Scrittura Creativa che coinvolge quasi 600 ragazzi delle Scuole Secondarie Divisione Julia, Addobbati-Brunner, Bergamas, Dante e Sauro, e che quest’anno include due classi della Scuola Primaria Dardi, una quarta e una quinta.

Dopo il successo dello scorso anno il progetto, realizzato con il supporto del Rotary Club di Muggia e dell’Ufficio Scolastico Regionale, il coordinamento della professoressa Raffaella Cervetti e il sostegno del Dirigente Scolastico dell’Istituto comprensivo Divisione Julia professoressa Cinzia Scheriani, è stato infatti riproposto e allargato ad un numero maggiore di istituti e classi e permetterà di sostenere l’Associazione Genitori Malati Emopatici Neoplastici Friuli Venezia Giulia.

“Non possiamo che essere orgogliosi di sostenere questa iniziativa – spiega Massimo Pasino, Presidente del Rotary Club Muggia -. Il progetto ha infatti una doppia valenza: da una parte permette ai nostri giovani di conoscere un documento importante come la nostra Costituzione, dall’altra consente di supportare una realtà importante come l’Agmen”.

Nella prima fase dell’iniziativa, gli studenti hanno partecipato ad una serie di laboratori tematici dedicati alla Costituzione con gli avvocati Guendal Cecovini Amigoni, Alessandra Rosaroni, Lorenzo Capaldo e Paolo Stern, analizzando e rielaborando elementi fondanti del diritto moderno, che sono stati riassunti in undici concetti fondamentali, tra i quali l’uguaglianza universale e davanti alla legge, il diritto alla libertà individuale, quello allo studio ed al lavoro.

La seconda fase del progetto, che si è conclusa questa settimana, è stata invece incentrata sullo sviluppo di racconti collegati alla Costituzione e ha visto la partecipazione della nota autrice di romanzi fantasy Fabiana Redivo, che assieme ai docenti ha aiutato i ragazzi ad esprimere i concetti da loro appresi attraverso le tecniche narrative tipiche della scrittura creativa.

A gennaio partirà quindi il Laboratorio di Fumetto a cura di Mario Cerne e Paola Ramella dell’Accademia del Fumetto, durante il quale alcune delle storie ideate dagli studenti saranno adattate e trasposte in vignette.

Infine, a febbraio, si terrà il Laboratorio di Poesia curato da Barbara Grubissa, un volta terminato il quale i materiali prodotti saranno, come lo scorso anno, adattati e raccolti nel volume che sarà presentato a giugno la cui vendita permetterà di sostenere le iniziative dell’Agmen rivolte al Burlo Garofolo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!