Firmato il gemellaggio tra Sacile e Novigrad-Cittanova

20 Dicembre 2015

nonameSACILE – Grandissima emozione al Teatro Zancanaro sabato 5 dicembre, per la cerimonia della firma del patto di gemellaggio tra Sacile e Novigrad-Cittanova, siglato tra i due Sindaci Roberto Ceraolo e Anteo Milos: un coro formato da bambini e ragazzi delle due città ha infatti arricchito il protocollo ufficiale, intonando gli inni nazionali e l’inno europeo di fronte a una platea gremita dalle delegazioni ospiti, comprese quelle arrivate da La Réole e da Vila-real, e dagli alunni delle Scuole Materne ed Elementari, accompagnati da genitori ed educatori, giunti anche dalla città istriana per trascorrere questa importante giornata in riva al Livenza.

Ed importante la giornata lo è stata davvero, grazie anche al programma delle animazioni che hanno creato il giusto clima di festa, complice la stessa ricorrenza del patrono San Nicolò, non a caso scelta per suggellare il cerimoniale di un momento a lungo atteso. Oltre le aspettative è stata inoltre la partecipazione al Concorso aperto ai più piccoli, invitati a disegnare una cartolina speciale di Auguri natalizi pescando da dettagli e vedute della propria città, da offrire ai nuovi “gemelli” come invito a ricambiare presto la visita: nella loro creatività vive il futuro dell’Europa dei popoli e dell’Amicizia, che il Comitato per il gemellaggio di Sacile ha premiato con i riconoscimenti consegnati in Teatro a quasi una trentina di alunni, dai 3 ai 13 anni, che hanno lavorato individualmente o in gruppo, sotto la guida dei loro insegnanti.

Per Sacile sono stati premiati: Carla Camol, Tommaso Coral, Lorenzo Pin, Giulia Bongiorno (Scuola dell’Infanzia Maria Bambina); Morgan Marchesin, Ailen Adamo (Scuola dell’Infanzia S. Teresina del Bambin Gesù di Camolli); Sveva Sciancalepore, Natalia Bolognesi (Scuola Dell’Infanzia M. Maddalena Balliana di S. Odorico); Lorenzo Fincato, Anna Gnesutta (Scuola Primaria G. Marconi); Anxhelo Laska con Blerina Uzairi e Federica Oppong con Giorgia Spagnol (Scuola Primaria G. Deledda); Eliseo Dardei Dardengo con Federico Bortolin e Anna Casagrande con Antonietta Cleto (Scuola Primaria XXXI Ottobre). Per Novigrad-Cittanova: Lukas Ferenac Siqueira, Marta Čekić (Scuola materna Tičići); Matea Poropat, Moreno Černeli (Scuola Italiana dell’Infanzia Girasole); Erin Radizlović, Dario Čakarun (Scuola Elementare Rivarela), Elisa Stiz, Lea Baissero (Scuola Elementare Italiana Cittanova).

Particolarmente apprezzati anche gli spazi turistico-promozionali delle città gemellate allestiti come “Corte Europa” al piano terra di Palazzo Ragazzoni, così come i due incontri tecnici aperti a docenti e Dirigenti degli Istituti scolastici e poi alle Associazioni sacilesi, presenti in buon numero alla riunione che ha offerto una presentazione delle diverse città, con le loro risorse in termini di strutture, associazionismo, progettualità. In questo contesto sono già state sottolineate alcune proposte da condividere, tra le quali: il progetto appena avviato tra Sacile a Vila-real, grazie a fondi Ue, in tema di formazione e procedure per combattere la dispersione scolastica degli adolescenti, le aperture di Novigrad-Cittanova su laboratori di lingua, scienze e creatività destinati a bambini e ragazzi, l’invito di La Réole ad allargare gli scambi studenteschi all’intera rete delle città gemellate ed anche verso nuovi contatti nella vicina Slovenia.

E proprio la Francia e i recenti tragici eventi di Parigi non sono stati dimenticati all’interno di questa festa, risuonando nelle parole dei discorsi ufficiali ed anche nel concerto offerto venerdì sera dal Coro Contrà Camolli, aperto dalla Marsigliese cantata con grande commozione da tutto il pubblico presente, come omaggio non solo alla delegazione francese ma a tutta l’Europa e ai suoi valori libertà, pace e tolleranza, che lo stesso patto del gemellaggio ha voluto fortemente rimarcare.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!