Zoppola celebra la tradizione con un ‘lunari’ e una mostra

17 Dicembre 2019

ZOPPOLA. Ci sono appuntamenti davvero imperdibili, che stimolano curiosità e attesa. Tra questi rientra sicuramente la presentazione del “Lunari pal Comun di Sopula 2020” e del diciassettesimo Quaderno Zoppolano “Filá tiessi cusí vistí”. Giovedì 19 dicembre alle 20.30, all’auditorium Comunale di Zoppola, la Pro Loco, il Comune e l’Associazione Arte della Musica invitano a una serata di immagini, musica con Nicola Milan, Valentina Azzano Cantarutti e Francesca Ziroldo e le letture sceniche di Paolo Paron e Giulia Pes.

Il filo conduttore di quest’anno è l’abbigliamento in tutte le sue forme e le splendide arti della tessitura e del cucito che sono state tramandate fino i nostri giorni attraversando i vari periodi storici. Oggi grazie al lavoro degli straordinari ricercatori locali, coordinati con saggezza da Mario Dallagnese, queste preziose pagine della tradizione e della storia sono state restituite. Sono state fatte ricerche, si sono aperti cassetti, si sono dischiuse ante di armadi quasi dimenticati.

Tante le persone che hanno collaborato: Nerio Petris, Claudio Petris, Mauro Fiorentin, Luca Gianni, Stefano Aloisi, Vilma Milani, Silvio Ornella, Giorgio Rosin, Adriano Mariutti, Teresa Michieli, Gino Pignat, Paolo Gianni, Alberto De Rosa, Dino Lenarduzzi, Matteo Candido, Pio Zilli, Katia Cisilino, Laura Petris, Dario Scodeller, don Emanuele Candido, Regina Cecco, Adriana Cesselli, Rosella Bomben, Angelo Masotti Cristofoli, Andrea Barbaro e Miriam Scodeller.

Domenica 22 dicembre alle 10.30 verrà invece inaugurata nel Palazzo Municipale “Filá tiessi cusí vistí”, la mostra di capi di corredo, abbigliamento e strumenti di lavoro dei tempi passati riscoperti durante le ricerche per i Quaderni Zoppolani 2019 a cura di Laura e Claudio Petris. La mostra comprende alcuni esempi di ciò che è stato conservato presso le famiglie del Comune e vuole far riflettere su un passato in cui il lavoro manuale, il sacrificio, la fatica le difficoltà economiche non facevano venir meno la creatività e l’amore per il bello. Sia il quaderno che il Lunari potranno essere acquistati già nei prossimi giorni anche come originale strenna di Natale.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!