Zero contributi per i concerti di musica antica a Valvasone. Un aiuto per proseguire

26 Novembre 2019

L’organo di Vincenzo Colombi

VALVASONE. L’Associazione per i concerti di musica antica di Valvasone ha inviato al ”Gentile pubblico della Stagione concertistica” (e per conoscenza anche a friulionline) una lettera che è insieme ”grido d’allarme” e una ”richiesta d’aiuto” per chi ama la cultura.

Ecco il testo. ”Vi comunichiamo che la nostra associazione non ha ricevuto per il 2019 nessun contributo regionale. Quasi cinquanta anni di attività, con un alto livello degli interpreti e del programma proposto non sono sufficienti a dimostrare l’impegno per la valorizzazione di un bene culturale che tutta l’Europa ci invidia.

Vi alleghiamo la lettera che abbiamo inviato al Presidente della Regione Fvg, agli assessori competenti cultura e turismo, all’intera Giunta e Consiglio regionale nonché all’Amministrazione Comunale di Valvasone Arzene. La situazione finanziaria, oltre alla difficoltà oggettiva di saldare i conti della Stagione passata (maggio 2019), nella peggiore delle ipotesi porterà, se non vi saranno sviluppi positivi, la sospensione o la chiusura definitiva delle nostre attività.

Siamo pertanto a chiedere, con rammarico, il Vostro sostegno con un’offerta. Ogni vostro contributo sarà per noi prezioso e ci aiuterà a continuare la nostra attività di valorizzazione di un prezioso strumento musicale ed artistico quali sono l’organo antico del Duomo e quello della chiesa dei SS. Pietro e Paolo.

Il nostro Iban è: IT85T0880505508002007068533 intestato ad Associazione per i concerti di Valvasone presso Friulovest Banca filiale di Arzene.

Sarà nostra premura fornire un rendiconto dell’importo che sarà raccolto”. La comunicazione porta la firma di Danilo Marco, che ne è il Presidente.

Lettera inviata alla Regione

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!