Woody Allen o Johnny Depp? Dilemma a Estate in città

18 Agosto 2016
Andrea Boschetti

Andrea Boschetti

Massimo Zemolin

Massimo Zemolin

PORDENONE. Prosegue venerdì 19 agosto nell’Estate in città “Parco in musica”, rassegna organizzata dall’Associazione CEM Cultura e Musica in Galleria Pizzinato, per unire arte (la retrospettiva dedicata a Luigi Boille) e musica. Il tema della serata con inizio alle 21 è Radio Days, film del 1987 nel quale Woody Allen racconta le storie della sua gioventù nella stupenda New York degli anni Trenta e Quaranta, gli anni dello swing. Una sfilata di personaggi visti dagli occhi di un bambino (quasi un Amarcord), dove la musica della Radio sembra quasi guidare i personaggi. Massimo Zemolin, chitarra a sette corte e Andrea Boschetti, chitarra acustica ripercorreranno il repertorio swing presente in Radio Days e anche in altri film di Woody Allen, riproponendo i brani in chiave personale. Un personale omaggio a un grande regista, ma anche un modo di suonare questa musica attraverso i suoi occhi. Ingresso libero.

Il Cinema sotto le stelle dell’Arena Calderari torna alle 21 con “Alice attraverso lo specchio”, attesissimo sequel di “Alice in Wonderland” che saprà intrattenere tutta la famiglia e che si sposterà poi a Cinemazero dal 22 al 24 agosto. Ci sono voluti sei lunghi anni, ma alla fine la Disney ce l’ha fatta, pur apportando alcune modifiche. Rispetto al film del 2010, non troveremo più Tim Burton alla regia, bensì solo nella produzione del film, mentre il testimone dietro la macchina da presa è passato a James Bobin. Il cast conferma Johnny Depp nel ruolo di Cappellaio Matto e Alice è interpretata da una sempre splendida Mia Wasikowska, pronta a lasciare la noia del mondo aristocratico per una nuova avventura.

alice attraverso lo specchio_01Attraverso uno specchio magico, con l’aiuto del Brucaliffo, tornerà dai suoi amici del Sottomondo, questa volta per salvare il Cappellaio Matto e viaggiare nel tempo. Il sequel vede la protagonista affrontare una vera e propria odissea spazio-temporale in cui il tempo che viene personificato sarà il suo nemico-amico da cui trarre insegnamento e a cui insegnare qualcosa. Il film trova il modo per mostrare l’elemento tempo e la sua duplice natura di tiranno e prezioso compagno, cinico e amichevole, come risulta proprio il personaggio interpretato brillantemente da Sacha Baron Cohen.

Biglietto intero 3 euro, ridotto under 18 e over 65 2 euro, abbonamento 10 ingressi 25 euro, ingresso gratuito under 12. In caso di pioggia la proiezione viene spostata in sala grande a Cinemazero.

Condividi questo articolo!