Volo del Jazz a Sacile: prime anticipazioni e prevendite

28 Agosto 2017

SACILE. Saranno migliaia di spettatori da Nord Italia, Germania, Austria e Slovenia che arriveranno in Friuli-Venezia Giulia per la XIII edizione de Il volo del jazz di Sacile. La macchina organizzativa si è da tempo messa in moto e sono stati annunciati i primi ospiti internazionali. Michael Nyman il 21 ottobre e il duo Brad Mehldau – Chris Thile il 9 novembre sono tra le grandi firme del programma 2017: dal 21 ottobre al 2 dicembre, Sacile, il “Giardino della Serenissima”, diventa palcoscenico per stelle del jazz e giovani promesse del territorio, tra nuove sonorità, avanguardie e sperimentazioni di assoluta qualità.

Michael Nyman

Il progetto, ideato dal Circolo Controtempo di Cormòns, conta oltre 12 mila spettatori solo nelle ultime cinque edizioni, con un trend in costante aumento. Cresciuto nel corso degli anni per eventi e durata. Il volo del jazz attrae un pubblico che arriva anche dai vicini Paesi europei. Alcuni artisti jazz, oggi affermati, sono stati lanciati proprio dal festival. Il volo del jazz è un “racconto del jazz e delle sue diverse commistioni a diverse latitudini”: un racconto di “contaminazioni”, in cui si crea un’alchimia di suoni, visioni e stili. La “contaminazione” è anche nei generi: la musica incrocia per un mese intero le proposte di giovani artisti del territorio; cinema, arte, letteratura e illustrazione (accompagnate dalle specialità enogastronomiche locali) fanno di questo progetto un’esperienza sensoriale a tutto tondo. Nelle passate edizioni, Il volo del jazz ha ospitato artisti come: Esbjörn Svensson Trio, Hiromi Uheara, Esperanza Spalding, Youn Sun Nah, Dee Dee Bridgewater.

Ed ecco qualche anticipazione sui primi ospiti. Michael Nyman è tra i più illustri e popolari pianisti e compositori della sua generazione: scrive per enti lirici, cinema, compagnie di danza e teatro, compone colonne sonore per il cinema. Il 21 ottobre alla Fazioli Concert Hall proporrà (fuori abbonamento) un’esibizione di pianoforte solo in cui suonerà molti dei brani che lo hanno reso famoso in tutto il mondo tra i quali Lezioni di Piano, le colonne sonore di Le Bianche Tracce della Vita (the Claim), Il Diario di Anna Frank, Gattaca, Wonderland, Prospero’s Book.

Mehldau-Thile

Brad Mehldau (pianoforte) e Chris Thile (mandolino – voce) si esibiranno in duo il 9 novembre al Teatro Zancanaro. Un incontro di due menti magistrali, due fuoriclasse che sono riusciti ad unire due strumenti musicali così diversi creando un vero e proprio capolavoro. Definito dalla critica uno dei progetti musicali più interessanti del 2017, sarà presentato a Sacile e a Milano, due uniche date del tour italiano. Brad Mehldau è considerato il più romantico e influente pianista jazz degli ultimi 20 anni, mentre Chris Thile, virtuoso del mandolino, oltre che un cantante suadente è un musicista che ha saputo dare una vena progressive e una ventata di nuovi suoni a una tradizione bluegrass ormai troppo chiusa in sé stessa. Due mondi e due strumenti apparentemente lontani e inconciliabili, si fondono in una perfetta alchimia dando vita ad una serie di pezzi che intersecano jazz, bluegrass e funky.

Le prevendite per i due concerti sono già aperte su Vivaticket: per Michael Nyman biglietto unico € 30; per Brad Mehldau – Chris Thile € 28.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!