Vive Udin! Vive l’Italie! nuovo libro di Giannino Angeli

25 Maggio 2016

TAVAGNACCO. Si terrà venerdì 27 maggio, alle 18 nella sala del Consiglio Comunale di Feletto Umberto, la presentazione del nuovo volume di Giannino Angeli “Vive Udin! Vive l’Italie!”. È previsto un intervento introduttivo del professor Fulvio Salimbeni, cui seguiranno dialoghi e immagini. Modererà l’incontro Feliciano Medeot. L’iniziativa è organizzata dalla Società Filologica Friulana, dal Comune di Tavagnacco e dal Circolo Culturale Settetorri per il Terzo Millennio, con il sostegno della Fondazione Crup e rientra nel programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale.

Il lavoro, sullo sfondo di un misurato, genuino amor di Patria, si presenta come un autentico svelamento degli aspetti sociologici, non solo locali, riguardanti la Prima guerra mondiale in Friuli dove gli eventi bellici hanno provocato lo smembramento delle famiglie e l’occupazione nemica del territorio. La particolare situazione vissuta dalle popolazioni in quei momenti viene ricostruita e resa viva attraverso la corrispondenza intercorsa tra componenti di un numeroso nucleo familiare di Feletto separati dal conflitto: parte in Patria e parte profughi a Firenze. Ne esce una storia che coinvolge interamente la gente del luogo e offre una immagine angosciante del periodo in cui la fame e le difficoltà di comunicazione rendono oggi viva una realtà tremenda.

La narrazione fa emergere anche figure ormai scomparse della nostra zona: le varie famiglie Feruglio con i loro aggettivi identificativi, l’assetto amministrativo, le condizioni sociali ed economiche. L’intreccio tra fatti locali, contesto generale, organizzazione dei profughi, presenza delle Prefetture e dei Comuni, immediatamente ricostituiti nell’Italia libera, fanno da specchio ad eventi che hanno lasciato un tangibile segno nelle comunità nostrane che il libro rileva e rivela e dà struttura e memoria alla storia del Comune di Tavagnacco.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!