Visite in Medio Friuli a luoghi di solito non accessibili

27 Settembre 2019

Domenica 29 settembre, ultimo appuntamento del ricco programma promosso dal Progetto Integrato Cultura del Medio Friuli (in collaborazione con Itineraria), nei comuni di Camino al Tagliamento, Codroipo, Lestizza, Mortegliano, Rivignano Teor, Varmo, in Provincia di Udine. Domenica saranno eccezionalmente aperti al pubblico, per raccontare la propria affascinante storia, le dimore storiche, le chiese, i giardini, il Museo del Vino e del Vetro. Oltre alle visite guidate, ci saranno presentazioni e degustazioni di prodotti enogastronomici del territorio e passeggiate in carrozza. Visite guidate dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18 con le guide di Itineraria.

ECCO I LUOGHI
– Villa Savorgnan Montegnacco Minciotti – Camino al Tagliamento, via Tagliamento 34 La villa costruita nel Cinquecento si sviluppa su due piani, un corpo centrale in continuità del quale sono disposte le ali leggermente più basse. La pianta a ferro di cavallo, racchiude la corte interna. Durante la visita è possibile vedere il cortile d’onore, tipico esempio di edilizia friulana, e alcune stanze interne.

– Museo del Vino e del Vetro di Pietro Pittaro – Codroipo, via Udine, 67 – Il Museo consiste in una mostra permanente allestita con criterio tematico e con ricostruzione di ambienti, di manufatti correlati alla viticoltura, alla produzione, conservazione e degustazione del vino.

– Toresse di Garzit – Lestizza, via della Chiesa, 21 – La Toresse di Garzit, costruita nel XV secolo, è una antica torre di avvistamento contro le continue incursioni dell’Impero Ottomano. Utilizzata poi come colombaia, oggi è una abitazione privata. Durante la visita, a cura dei proprietari, è possibile visitare la torre restaurata nel rispetto della struttura e dei materiali originali.

– Agribirrificio Villa Chazil – Nespoledo di Lestizza, via Vittorio Veneto 89 – Percorso di visita con degustazione birre e acquisto prodotti.

– Duomo, campanile (fino alla prima terrazza) e Chiesa della Santissima Trinità – Mortegliano, piazza S. Paolo, 2 Il percorso di visita si snoda attraverso il Duomo che ospita il celebre altare di Giovanni Martini concluso nel 1526, il campanile più alto di Italia e la seicentesca Chiesa della Trinità con affreschi e una cantoria di pregio, oltre all’altare barocco.

– Latteria Sociale turnaria – Lavariano di Mortegliano, piazza S. Paolino, 7 – Percorso di visita con degustazione formaggi e possibilità di acquisto prodotti.

– Casa Filaferro – Rivarotta di Rivignano Teor, vicolo Molino, 3/2 Il complesso, costruito alla fine del Settecento in pietra d’Istria ancora visibile nel pavimento della cucina, è composto dalla casa padronale, dalla casa mezzadrile, dalle granarie e dal mulino. Delimitato dal fiume Stella, al suo interno si estende un giardino rustico all’italiana.

– Chiesa Plenabale di S. Lorenzo e antiche dimore – Varmo, via Tagliamento, 10 A partire dalle 11 passeggiata alla scoperta delle antiche dimore e della chiesa plenabale all’interno della quale è custodita la pala d’altare realizzata da Giovanni Antonio de’ Sacchis, detto il Pordenone, artista di straordinaria levatura ed uno dei maggiori talenti del Rinascimento italiano

– Giardino-vivaio Botanica Santa Marizza – Santa Marizza di Varmo, via Angilar – Nel giardino si possono ammirare le specialità del vivaio, piante da ombra, come edere, felci e bossi, rose antiche e botaniche, ed un laghetto alimentato da acqua di risorgiva.

L’ingresso ai siti, le visite guidate e le varie attività sono gratuiti. Non è necessaria la prenotazione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!