Visita all’atelier-mostra di Livio Fantini a Manzano

9 Giugno 2016

UDINE. Il Circolo Legambiente di Udine organizza per sabato 11 giugno una visita all’atelier/mostra di Livio Fantini Livio a Manzano, che ha per tema “Oggetti naturali e/o da riciclo che si trasformano in opere d’arte”, con l’avvio di un laboratorio per apprendere le prime nozioni di scultura. Questo il programma: alle ore 15.30 ritrovo nella sede del Circolo in Via Brescia 3- Rizzi; alle 16 arrivo e visita all’atelier in via Enrico Fermi, 20 (ex Camam) nella Zona industriale di Manzano; dalle 16.30 alle 18 laboratorio con prime nozioni di scultura; alle 16.30 momento conviviale. E’ richiesto un contributo per la partecipazione: Adulti € 3, Ragazzi (sotto 18 anni), studenti e disoccupati € 2. Per informazioni e prenotazioni: tel. 0432.402934 – email: udine@legambientefvg.it – Marino cell. 389.8066350.

LIVIO_testoLivio Fantini nasce nel 1946 a Manzinello, piccola frazione del comune di Manzano, dove tutt’ora risiede. Personaggio polivalente, sin da giovane si appassiona al ciclismo cominciando a gareggiare da esordiente nel 1960. Passa poi al mondo amatoriale e alle mountain bike sino a vincere alcuni titoli italiani tra cui la cronoscalata nel 1998. Assieme a tre amici, nel 1969 fonda l’azienda meccanica Camam, specializzata nella progettazione e costruzione di macchine per la lavorazione del legno, attività che da oltre 40 anni lo porta a confrontarsi ed essere punto di riferimento per realtà produttive a livello internazionale.

Da tempo ormai Livio Fantini si è avvicinato alla scultura e grazie alla pratica conoscenza della materia esprime liberamente le sue capacità manuali e le potenzialità creative. Nelle sue sculture si ritrovano la forza dell’uomo, la capacità di studio dei materiali, la continua rielaborazione dell’esperienza. Livio Fantini nella realizzazione delle sue opere, impiega materiali molto diversi tra loro (metallo, legno, pietra). Ultimamente in ambito internazionale ha esposto le proprie opere in Francia, Polonia, Germania, Turchia e Australia, facendosi apprezzare dal pubblico e dalla critica.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!