Visita al Castello di Duino

25 Gennaio 2019

DUINO. Uno dei modi più gratificanti di spendere il tempo con la propria famiglia è senza dubbio una visita in una luminosa domenica di gennaio al Castello dei principi Torre e Tasso a Duino, dove Storia, Arte, Natura e Nobiltà si intrecciano in un mirabile connubio. “Assenso alla vita e alla morte sono una cosa sola. Consentire a una e non all’altra è una limitazione che esclude ogni infinità. Non esiste né aldiquà né aldilà, bensì la grande unità, il circolo estremo che li bagna entrambi, in cui sono di casa gli esseri che ci sopravanzano, gli angeli…” – Rainer Maria Rilke.

Le Elegie duinesi (1912-1923) sono l’ultima e somma opera poetica di Rainer Maria Rilke (1875-1926), uno dei massimi lirici tedeschi moderni, ammirato da filosofi come Wittgenstein e scrittori come Pasternak. Rilke iniziò a scrivere le Elegie nel 1912 a Duino, nel castello dei principi. Il possente maniero, dimora privata dei Principi Thurn und Taxis, si trova alle porte di Trieste, a strapiombo sul mare, immerso nella natura. Eretto nel XIV secolo sulle rovine di un avamposto di guardia romano del periodo di Diocleziano (III d.C.), vi soggiornò Dante, nel suo viaggio a nord-est ospite dei Principi, e nel Settecento divenne un centro culturale e umanistico, tradizione attivissima a tutt’oggi.

Il castello gode di uno straordinario panorama sul golfo, che si ammira dai bastioni esterni e dalla terrazza panoramica della torre, che poggia sulla torre romana. Le sale visitabili sono oltre diciotto, testimonianza della storia centenaria dei Principi. Si ricordano la Scala del Palladio, capolavoro di architettura, e il forte-piano del 1810 sul quale suonò Liszt.

La visita guidata al castello, organizzata da Itineraria, con particolare attenzione al soggiorno del poeta Rilke, prevede l’incontro domenica 26 gennaio alle 10 davanti all’ingresso del Castello. L’evento si concluderà alle 12.30. Costo: € 15 a persona – Bambini gratis fino ai 6 anni. Il costo include la visita guidata e l’ingresso al castello. Per informazioni e prenotazioni: Itineraria +39 347 2522221 E-mail itineraria@itinerariafvg.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!