Visita a un orto medievale

16 Luglio 2021

UDINE. Il Circolo Legambiente di Udine e il Gruppo locale “Friuli Centrale” di Civiltà Contadina, in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi Monastici organizzano per domenica 18 luglio una visita didattica all’azienda agricola il Giardino del Chiostro di Cividale: tra storia e natura, gli orti e i giardini, le ricostruzioni della vita quotidiana antica e gli originali ambienti dell’ex monastero. Per una buona riuscita dell’iniziativa, è stato fissato il limite di 25 persone in ordine di prenotazione. In conformità alle prescrizioni del Dpcm del 9 Marzo 2020, saranno rispettati il distanziamenti minimo di un metro tra i partecipanti.

Programma: ore 9 ritrovo presso la sede del Giardino del Chiostro in via Firmano 16 Cividale (in prossimità del luogo saranno esposte 2 bandiere gialle della Legambiente); 9.10 registrazione nominativi e inizio visita guidata: gli orti sinergici, il labirinto commestibile, i giardini della storia, le ricostruzioni della vita quotidiana in un monastero medievale; 12 conclusione della visita. Contributo minimo di partecipazione: Adulti 8,00 – Ragazzi (sotto i 18 anni), Soci Legambiente, studenti e disoccupati: 7,00 €. In caso di maltempo, la visita sarà rinviata a data da definire.

E’ obbligatoria la prenotazione e un riscontro all’iniziativa via e-mail o telefonica. CIRCOLO LEGAMBIENTE DI UDINE – via Brescia, 3 – Rizzi – Udine tel. 0432.402934 – email: udine@legambientefvg.it Marino Visintini cel. 389.8066350. Si consiglia di visitare le pagine FB e chiedere “l’amicizia”: ” Legambiente Circolo di Udine”, per conoscere le attività prossime del gruppo; “Ortocircuito”. Un luogo di incontro per chi ha la passione per l’orto e//o gli sta per venire- e vuole confrontarsi con chi ha la passione per l’orto e/o gli sta per venire.

Azienda agricola “Il Giardino del Chiostro”
L’azienda nasce all’interno dell’ex monastero di San Giorgio storicamente documentato già agli inizi del XIII° secolo. Situato a sud-ovest di Cividale, sulla sponda sinistra del fiume Natisone, a ridosso di in un punto strategico, l’attraversamento del fiume (guado) e all’esterno della cinta muraria della città ducale. La superficie coltivata è racchiusa per due terzi da antiche mura e un terzo si apre su un intrigante strapiombo sul fiume Natisone. Il metodo di coltivazione è con certificazione biologica all’interno di una spiccata biodiversità naturale seguendo i principi della permacultura. Si sta specializzando in produzioni orticole (orto sinergico) e coltivazione di erbe aromatiche e officinali

La fattoria didattica, per scuole, gruppi e famiglie, offre laboratori e percorsi didattici storico naturalistici che ripercorrono la vita del sito dal neolitico ai giorni nostri, focalizzandosi sulla ricostruzione della vita quotidiana medievale-monasteriale. All’interno del complesso sono stati ricostruiti l’Hortus conclusus, il pomarium e ambientazioni tipiche di quel periodo storico. E’ in allestimento il laboratorio di trasformazione delle “erbe”.

Condividi questo articolo!