Vino&Mosaico, a Codroipo la mostra ricorda antichi saperi

9 Agosto 2019

CODROIPO. “Vino&Mosaico” è il titolo della mostra presentata oggi venerdì 9 agosto nella Cantina Rauscedo di Codroipo a cura della Scuola Mosaicisti del Friuli. Per questa particolare esposizione, che terminerà il 20 gennaio 2020, sono state scelte una ventina di opere realizzate con la tradizionale maestria dagli allievi della Scuola Mosaicisti del Friuli, proprio per evidenziare lo stretto legame tra cultura e vino.

“Vino&Mosaici”, infatti, vuole ricordare la stretta connessione tra l’antico saper fare delle maestranze artigianali che i mosaicisti contribuiscono a tramandare e l’antica tradizione contadina. Ecco spiegato come il “Fiocco” di Aquileia e le altre opere del periodo romano rappresentino le radici da cui prende vita il legame tra arte e natura, mentre le mani riprodotte a mosaico simboleggiano il duro lavoro contadino nelle campagne. Le opere più contemporanee presenti in mostra rimandano invece alle fasi lunari e al ciclo delle stagioni che regolano la lavorazione della terra. Esposte, infine, opere che pongono l’attenzione sui temi più attuali quali il riciclo e la rigenerazione dei materiali per dar loro nuova luce senza che nulla vada sprecato.

Con “Vino&Mosaici” prosegue il fitto programma di mostre estive promosse dalla Scuola Mosaicisti del Friuli sul territorio regionale; ricordiamo, infatti, che sono ancora aperte al pubblico “Mosaici Contemporanei”, presentata in occasione del 59° Festival di Majano e che terminerà il 15 agosto prossimo, e “Mosaico&Mosaici 2019”: la tradizionale mostra estiva organizzata dalla Scuola Mosaicisti del Friuli per presentare al grande pubblico una selezione significativa delle opere realizzate dagli allievi durante l’ultimo anno formativo, visitabile tutti i giorni fino al 1° settembre 2019.

Condividi questo articolo!