Vibrazioni di colore: una nuova collettiva all’ARTtime

20 Luglio 2019

Opere di Mercedes Vetter Rodriguez

UDINE. La Galleria ARTtime di Udine presenta una mostra collettiva internazionale d’arte dal titolo “Vibrazioni di colore” che avrà luogo dal 20 luglio al 1° agosto. Partecipano i seguenti artisti: Alrun Völker, Irmin Bernstädt, Mercedes Vetter-Rodríguez, Beate Ch. Batiajew, Peter Fleck e Alida Rettore.

Per Alrun Völker un processo artistico è come guardare un paesaggio. Le opere sono soggette a cambiamenti costanti. Questo può essere fatto dall’artista stessa o da situazioni esterne come l’ora del giorno, le condizioni di illuminazione e molto altro. Lo scopo di un artista è quello di catturare un momento speciale e renderlo accessibile allo spettatore. È un po’ come cercare di catturare ciò che vedi nella cinepresa per l’eternità. Le opere di Alrun Völker nascono anche dalla necessità di condividere un momento speciale, fuggevole con lo spettatore. Nessuno dei suoi lavori sarà mai più lo stesso di quello che è riuscita a immortalare. Alrun si sente ispirata da Dio nel proprio lavoro artistico e desidera che le sue opere tocchino l’anima di chi guarda e lo spettatore provi gioia.

Irmin Bernstädt ha sempre avuto un’affinità per la fotografia. È affascinata dal fatto di essere creativa e non solo di usare una fotocamera per realizzare foto tecnicamente perfette. La sua arte si può definire come una fotografia concettuale-artistica. Uno degli aspetti cruciali è trovare la materia da esplorare o catturare. Principalmente Irmin esce all’aperto, sperimentando situazioni anche banali: così fotografa un normale cielo, una semplice pozzanghera o del ghiaccio e comincia a catturare effetti astratti come riflessi, ombre, colori, motivi e trame. È una persona allegra che ride con piacere, ama stare al contatto con la natura, è creativa, emotiva ed impetuosa. Le sue opere d’arte sono una passione con cui bilanciare la sua vita quotidiana e la possibilità di mostrare il proprio punto di vista.

Opere di Irmin Bernstaedt

Mercedes Vetter-Rodríguez è nata nel 1948 a Cádice (Spagna). Il suo studio si trova a Probstried/Dietmannsried, nella splendida Algovia, dove l’artista vive dal 1976 e si dedica alla sua grandissima passione per la pittura. Oltre a una varietà di corsi d’arte, nel 2009 Mercedes Vetter-Rodríguez ha conseguito una laurea in arte extra-occupazionale con un diploma in Arti visive (Afc) nell’Accademia di Belle Arti Faber-Castell. L’artista è un membro del gruppo di artisti Artig e. V. e con questo gruppo ha organizzato una grande mostra nel 2017. Mercedes Vetter-Rodríguez ha partecipato a numerose mostre personali e collettive, a Kempten, Memmingen, Monaco di Baviera, Barcellona, Warstein, Donauwörth, in altre località della Germania ed ora espone per la prima volta in Italia.

Opere di Beate Batiajew

Il lavoro artistico per Beate Ch. Batiajew significa espressione immediata, spontaneità. È un’esperienza intuitiva di colori e forme attraverso immagini interiori e ispirazioni. Nelle sue opere le parti dell’immagine sono specchiate, staccate dal contesto di una superficie, una struttura e quindi perdono le loro forme originali. Un focus speciale è sulla vista a volo d’uccello, una prospettiva che non è comune per gli umani: da una grande altezza sono garantite panoramiche, prospettive, strutture e condizioni di luce, che sono nascoste dall’essere umano nella vista orizzontale. Le sue composizioni tematizzano la percezione di paesaggi in materiali insoliti il cui contenuto di immagini trova nuove qualità. Polvere di marmo, gesso, pigmenti ed inchiostri sono i mezzi preferiti per il suo lavoro.

Peter Fleck è nato nel 1956 a Vienna, sotto il segno della Bilancia. Già nella sua prima infanzia dipingeva e stupiva gli adulti con la sua creatività inarrestabile ed infinita. I colori della natura hanno modellato la sua vita. Quando Peter Fleck si accinge a dipingere i suoi quadri, il pennello sembra quasi ballare sulla musica classica in sottofondo e il pittore si lascia andare e trascinare riportando sulla tela – quasi magicamente – visioni, scene e sogni fantastici ed immaginativi. Dopo aver imparato ed un po’ esercitato tre mestieri differenti, Peter Fleck ha conseguito il diploma in pittura presso l’Accademia di Arti Applicate di Vienna con il maestro Wolfgang Hutter. Le sue opere sono state esposte in mostre personali e collettive in Austria, Germania e Italia.

Opere di Alida Rettore

Alida Rettore, nata a Padova, nella cui provincia attualmente vive e lavora, ha un patrimonio che viene da una competenza e abilità che aveva trovato in famiglia nella figura di zio Bruno, pittore e dottore in Belle Arti. Sotto la sua guida ha iniziato a dipingere e ha potuto così appagare il suo bisogno di dedicarsi alle arti figurative, avendo coltivato la passione per il disegno fin da giovanissima. Ha dedicato buona parte della sua vita a l’insegnamento, attività in cui ha utilizzato le sue capacità grafiche come forma comunicativa immediata, creando quell’empatia necessaria per un sereno percorso educativo. Alida ha raccolto il testimone dello zio, Bruno Frigo, compreso il patrimonio dei maestri della natura morta fiamminga del Seicento, in cui egli riconosceva la presenza dell’eccellenza.

La mostra sarà visitabile dal 20 luglio al 1° agosto alla Galleria ARTtime di Vicolo Pulesi, 6 Udine con il seguente orario: lunedì dalle 16.30 alle 19 e dal martedì al sabato dalle 10 alle 12 e dalle 16.30 alle 19. Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!