Viaggio nella musica del XIX secolo attraverso il flauto

13 Febbraio 2017

TRIESTE. Il flauto e la letteratura musicale fiorita intorno a questo strumento nel corso del XIX secolo, sono al centro del prossimo concerto della Stagione inverno – primavera 2017 del Conservatorio Tartini: mercoledì 15 febbraio alle 20.30 nella Sala Tartini (via Ghega 12, Trieste) sipario su “Arabesques, Quattro flauti a Parigi”, il concerto che vedrà protagoniste Arianna Russolo, Lucia Jankovski, Daniela Petkoska e Urša Časar, ovvero il Quartetto di Flauti del Tartini. Le quattro giovani artiste hanno al loro attivo diversi concerti a livello regionale e nazionale, svolgono attività anche come soliste e si stanno perfezionando con le docenti Giuseppina Mascheretti e Luisa Sello. In programma musiche di Marc Berthomieu, Claude-Henry Joubert, Eugène Bozza e una dedica appassionata a Claude Debussy e alle Deux Arabesques. Come sempre l’ingresso è libero, previa prenotazione. Info www.conservatorio.trieste.it tel. 040.6724911.

Il XIX secolo rappresenta un periodo particolarmente florido per la letteratura flautistica, che riceve dalla musica francese un importante slancio vitale destinato a prolungarsi nel secolo scorso con grande successo. Il concerto ci accompagna dalla Parigi di fine ‘800 al pieno ‘900, nel sogno della Ville Lumière. Due brevi Suite “descrittive” aprono il concerto, pagine in cui le note si fanno onomatopeiche e restituiscono il fruscio del vento. Seguono le due Arabesques di Debussy (scritte originariamente per pianoforte) che ci portano nella Francia di fine ‘800, periodo d’oro dell’Art Nouveau. Eugène Bozza ci guida poi nella Parigi della seconda metà del ‘900 con tre pezzi che esaltano l’eleganza e la fluidità melodica del flauto. Il concerto si chiude con la composizione forse più famosa scritta per questo organico: Arcadie; è un brano dal carattere pastorale e mitologico che evoca pastori, flauti magici e driadi, le ninfe delle querce.

Daniela Petkoska, nata a Ohrid (Macedonia), grazie alla borsa di studio Erasmus studia al Conservatorio Tartini. Dal 2010 a oggi ha svolto attività concertistica come solista e come primo flauto dell’Orchestra della Macedonia, collaborando con molte Orchestre in vari Paesi europei (Italia, Germania, Polonia e Serbia). Ha ottenuto il Premio speciale “Grandprix” dall’”European Union of Music Competitiotions for Youth”, al “Concorso internazionale di Valjevo” (Serbia). Lucia Jankovski sta concludendo gli studi al Tartini e ha svolto attività concertistica con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Trieste, ma anche con diversi organici Cameristici (Quartetto di flauti, duo flauto e chitarra, ecc..), collaborando inoltre con formazioni corali di Trieste.

Arianna Russolo si è diplomata a pieni voti nel luglio 2014. Attualmente sta concludendo il Biennio Specialistico Interpretativo di Flauto al Tartini e svolge attività concertistica con diverse Orchestre in qualità di primo flauto, (con l’Orchestra “L. Da Ponte” di Portogruaro e con l’Orchestra Academia Symphonica di Udine). Si esibisce inoltre con vari organici cameristici (Duo di flauti, Trio di flauti e pianoforte, Quartetto di flauti). Urša Časar, slovena, ha ricevuto molti premi e si è esibita come solista e in Duo con l’arpista Eva Tomšič. in vari concerti a Poreč, Padova, Trieste, Bled, Klagenfurt, Calella, Cerknica, Zurigo e Kranj. Ha partecipato a seminari e master classes nell’ambito della Biennale di Musica Contemporanea 2012. È iscritta al Biennio Specialistico Interpretativo di Flauto presso il Conservatorio Tartini.

Condividi questo articolo!