Viaggio nel mondo delle App

10 Maggio 2017

MONFALCONE. Venerdì 12 maggio, alle 17.30, nella sala conferenze della biblioteca comunale di Monfalcone di via Ceriani 10, avrà luogo il penultimo appuntamento della rassegna “#Parliamodisocial: i social media fra rischi e opportunità”, organizzata dalla biblioteca comunale di Monfalcone. Antonina Dattolo e Marco Corbatto del lab. SASWEB dell’Università di Udine terranno la conferenza “Le app 2.0 per creare, collaborare e comunicare in rete”. A seguire Nicola Strizzolo, assieme a resto del team dell’Università di Udine che lo ha ideato, presenterà il progetto “Unebook per Amatrice”.

Le app, ovvero tanto le applicazioni per smartphone e tablet quanto le applicazioni Web 2.0, sono degli strumenti informatici che hanno rivoluzionato le nostre vite. Oltre a quelle più note (per giocare, prenotare servizi, ricevere informazioni turistiche, imparare una lingua, ecc.), ne esistono molte altre, meno conosciute, che permettono di creare con facilità degli artefatti digitali (presentazioni, linee temporali, mappe, fumetti, video arricchiti, ecc.) immediatamente condivisibili. La prof.ssa Antonina Dattolo ed il prof. Marco Corbatto del lab. SASWEB (sasweb.uniud.it) dell’Università di Udine presenteranno alcune app, coinvolgendo ed interagendo con i presenti attraverso i dispositivi mobili.

“Unebook per Amatrice” è il nome scelto per il progetto realizzato da docenti e studenti dei corsi di laurea in Relazioni pubbliche e Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni dell’Università di Udine in collaborazione con Amazon. L’obiettivo è quello di creare una biblioteca digitale da mettere a disposizione delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016. Attraverso la piattaforma online (unebook.uniud.it), sviluppata in SASWEB, chiunque potrà donare un ebook di sua scelta. I titoli acquistati saranno caricati su 20 Kindle (lettori di ebook) offerti da Amazon che verranno poi consegnati all’associazione “Amatrice 2.0”, fondata da ragazzi di Amatrice.

Quindici minuti prima dell’inizio dell’incontro, i volontari del gruppo “Lettori in cantiere” leggeranno ad alta voce alcuni brani con protagoniste le nuove tecnologie. Il titolo scelto per questa sorta di “ouverture letteraria” è “La comunicazione digitale nella letteratura”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!