Viaggio nei segreti del caveau della Fondazione Carigo

6 Ottobre 2017

GORIZIA. Invito a Palazzo rinnova il suo appuntamento a Gorizia, nella sede della Fondazione CARIGO: con un prezioso valore aggiunto che sabato 7 ottobre sarà offerto a tutti i cittadini, la possibilità di percorrere dall’interno il caveau della Fondazione – senza limitarsi ad osservarne i contenuti dietro alla grata, come lo scorso anno – con la consulenza di una guida specializzata che ne illustrerà i contenuti, dai pegni ed effetti personali del Monte di pietà, rimasti in consegna e sedimentati dai secoli scorsi, alle opere artistiche acquisite nel tempo. Appuntamento quindi alle 10.30, alle 12, alle 14, alle 15 e alle 18 all’ingresso di via Carducci 2 a Gorizia, con visita guidata che include l’ingresso nel caveau (accesso tramite scale), agli uffici con opere di Spazzapan e Tominz ed alla biblioteca della Fondazione.

La visita prevede una introduzione sulla storia del Palazzo e sul funzionamento del Monte di Pietà che vi aveva sede. Nel caveau saranno visibili alcuni esempi dei beni che venivano portati in pegno: oggetti di oreficeria popolare, di oreficeria borghese, gioielli, oggetti di bigiotteria, argenteria, orologi. Si tratta di pegni residui, ovvero mai rivendicati dai proprietari e dunque mai restituiti. Sono spesso di grande valore affettivo: fedi, ciondoli con fotografie di persone amate, talvolta addirittura contenenti ciocche di capelli, e gioielli di varia natura, come il bracciale che riporta inciso “Anna” (presumibilmente il nome della proprietaria). Verranno inoltre mostrati i registri e i “viglietti” che venivano utilizzati nella procedura di ritiro del bene e riscossione del credito. La partecipazione è gratuita previa prenotazione a Fondazione Carigo: 0481/537111 int. 2 indicando l’orario della visita prescelta. Nel caveau è anche custodito il patrimonio artistico della Fondazione: alcune delle opere più significative, e diverse opere della collezione Spazzapan saranno per l’occasione esposte al primo piano del palazzo.

Inoltre sabato 7 ottobre, alle 16, nella sede della Fondazione CARIGO è prevista la presentazione del volume “Pinochio”, traduzione in lingua bisiaca del romanzo di Collodi, a cura dell’Associazione culturale Bisiaca. L’ingresso è aperto alla città così come per la visita delle 17 alla mostra “Gorizia magica. Libri e giocattoli per ragazzi (1900-1945)”, l’evento espositivo di scena fino al 7 gennaio 2017 nella sede della Fondazione. I nuovi materiali esposti in questi giorni resteranno visitabili fino al 5 novembre nella sezione “Dai nostri scaffali: i ricordi dei bambini di ieri e degli appassionati di oggi”, interamente riservata a Tamara Badini, collezionista di Torino ma di origine goriziana, che espone una parte della sua collezione di libri e materiali inerenti all’infanzia, databili dalla seconda metà dell’Ottocento agli anni ’50 del Novecento.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!