Vent’anni di satira triestina in Vox Pupoli di Vile&Vampi

21 Novembre 2020

Vile&Vampi

TRIESTE. 20 anni di storia raccolti in un libro, Vox Pupoli, che celebra questo notevole traguardo per il celebre gruppo satirico Vile&Vampi. Un vero e proprio viaggio, vignetta dopo vignetta, nella storia recente del nostro territorio e non solo. Perché gli autori spaziano dall’ormai ben superata paura del millenium bug fino agli alberi di Natale triestini, facendoci ritrovare, tra una risata e l’altra, notizie di cronaca che probabilmente ricordavamo a stento. Nell’anno del Covid, a esempio, chi si ricorda dell’allarme mucca pazza del 2000? Nel 2001 saremo stupiti dal trovare una vignetta che ricorda i primissimi 100 giorni del sindaco Dipiazza, numero poi diventato un tormentone in anni più recenti. Per non parlare dei record della Barcolana via via superati, dell’ingresso della Slovenia nell’Unione Europea nel 2004, dell’addio al fumo nei locali pubblici del 2005, dei continui sali e scendi elettorali di Berlusconi, del mitico polpo Paul del mondiale 2010, ribattezzato a Trieste “No se polpo”, del tira e molla col rigassificatore, dei manifesti incomprensibili del candidato sindaco Tononi nel 2011, del concerto di Bruce Springsteen del 2012… e l’elenco potrebbe continuare a lungo, viste le ben 216 pagine del libro.

Questa antologia è arricchita dai contributi di nomi illustri, dalla prefazione di Paolo Rumiz agli interventi di Veit Heinichen, Andro Merkù, Paolo Rovis e Maxino. Una pubblicazione ricca di cultura, satira e divertimento quindi, ma c’è anche spazio per la solidarietà. L’intero ricavo dei diritti d’autore sarà infatti devoluto all’Associazione Goffredo de Banfield, che da più di trent’anni si prende cura degli anziani più fragili. “Non è solamente beneficenza – commentano scherzosamente gli autori -, è un investimento sul nostro prossimo futuro”.

La presentazione del libro, che si terrà lunedì 23 novembre alle 18, sarà ospitata proprio dall’Associazione De Banfield. A presentare gli autori di Vox Pupoli sarà Flavio Furian, uomo di spettacolo e autore della fortunata trasmissione Macete assieme a Maxino. La modalità, a causa delle ultime disposizioni, sarà quella della presentazione online, sui canale social della De Banfield (Faceook e Youtube). Il libro, edito da White Cocal Press e del costo di 15 euro, si trova già in libreria. E’ possibile inoltre acquistarlo anche nella sede stessa dell’Associazione de Banfield, in via del Lavatoio 4.

Vile&Vampi è lo pseudonimo di un gruppo eterogeneo di disegnatori e autori di Trieste e dintorni, che rispecchiano la varietà etnica e linguistica locale e che non hanno assolutamente un’univoca visione politica. Il nome deriva dal grido di guerra dei contadini sloveni in rivolta “Vsem galjotom vile v vamp” “Forconi nella trippa ai tiranni”) e proprio come gli stanchi servi della gleba, questo gruppo vuole mettere all’indice con la satira il comportamento di caporioni e cosiddetti rappresentanti del popolo e sottolineare la mancanza di senso e serietà di molte situazioni. La prima vignetta, ancora senza la firma Vile&Vampi, è apparsa il 31 dicembre 1999 sul dodicesimo numero del Primorski pes, pagina giovanile del quotidiano in lingua slovena di Trieste Primorski dnevnik. Tra il 2000 e il 2012 il gruppo ha pubblicato sul Primorski svariate centinaia di vignette, non solo sull’inserto giovanile, ma anche nelle pagine sportive, nelle pagine estive dedicate ai giochi, in quelle di cronaca locale.

Molte volte le vignette hanno avuto l’onore della prima pagina e sono state usate in due calendari. Dalla primavera del 2020 le vignette sono tornate con cadenza settimanale sul quotidiano. Le vignette nel corso degli anni sono state esposte in svariate mostre. Nel 2008 Vile&Vampi sbarca sul web con un primo blog, che qualche anno dopo diventa un sito più ampio e ricco. Dal 2015 inizia la condivisione continuativa delle vignette sui social grazie all’omonima pagina Facebook, che conta attualmente più di 8.100 followers. Alle classiche vignette ora si alternano anche meme d’impianto fotografico, surreali pubblicità di improbabili sponsor (Aviolinee Tergestine), post di finte notizie (Dreaking news) e parodie di famose strisce con contenuti prettamente di satira politica locale (CosoLinus dal 1° marzo 2015 e I Sempions dal 20 giugno 2016). Alcune vignette sono state anche condivise su pagine di satira nazionali come Kotiomkin e Prugna.

Dal luglio 2015 la produzione di contenuti satirici e umoristici si amplia ulteriormente con la realizzazione di finti documentari d’epoca (basati su vecchi filmati di repertorio), ridoppiaggi, parodie con sequenze di celebri film e brevi clip animati. Il 1° aprile 2016 nasce su Facebook la Lista Cinica Àncora Trieste, una pagina satirica dedicata a una finta formazione politica locale che si presenta alle elezioni comunali con una campagna elettorale che prende di mira tic e manie tipicamente triestine.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!